R.E.M. versus Donald Trump: il caso di ‘Everybody Hurts’

R.E.M. versus Donald Trump: il caso di ‘Everybody Hurts’

La formazione statunitense capitanata da Michael Stipe, scioltasi lo scorso 2011, non ha gradito l’utilizzo da parte del sostenitore del presidente americano Donald Trump Carpe Donktum di un brano targato R.E.M., il classico del 1992 “Everybody Hurts”, in un video – condiviso anche dal profilo Twitter del presidente – che riprende in chiave ironica il tradizione discorso State of the Union che il tycoon ha tenuto al Congresso la scorsa settimana, soffermandosi in particolare, nella costruzione della clip, sui volti amareggiati dei democratici. “Sono stati presi dei provvedimenti per impedirlo”, ha scritto sul social network di Jack Dorsey il bassista della band, Mike Mills, mentre il profilo ufficiale del gruppo scriveva, in riferimento al tweet: “World Leader PRETEND!!!” – brano della band del 1988, parte di “Green”, che nel testo include, ad esempio, la strofa “I raised the wall and I will be the one to knock it down” [“Ho alzato un muro e sarò quello che lo abbatterà”]. 

Non è la prima volta che Stipe e soci lamentano l’utilizzo da parte della politica delle loro canzoni. Durante la campagna elettorale di Trump la band aveva rivolto dure parole allo staff del politico repubblicano per l’utilizzo della sua “It's the End of the World as We Know It (And I Feel Fine)”: “Non usate la nostra musica o la mia voce per la vostra stupida farsa”, aveva scritto Stipe in un’email inviata alla stampa.

È dei giorni scorsi la notizia che la prossima primavera vedrà la luce il nuovo album, “Emerald Valley”, della band dell’ex chitarrista dei R.E.M. Peter Buck, i Filthy Friends. Una prima anticipazione, il brano “Last Chance County”, la potete ascoltare qui.

 

Dall'archivio di Rockol - Mike Mills e Michael Stipe raccontano l'eredità del gruppo
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.