NEWS   |   Italia / 14/02/2019

RAI Radio 3, clamorose gaffe dei conduttori di "La barcaccia" su Giuni Russo

RAI Radio 3, clamorose gaffe dei conduttori di "La barcaccia" su Giuni Russo

"La barcaccia" è un programma in onda ogni giorno dal lunedì al venerdì dalle 13 alle 13,45 su RAI Radio 3, un "varietà operistico"  condotto da Enrico Stinchelli e Michele Suozzo.
Oggi i due conduttori hanno trasmesso diverse interpretazioni della stessa aria, "A mezzanotte" di Gaetano Donizetti. Sul finire del programma, intorno al minuto 39, si sono trovati a commentare qualcosa che evidentemente non conoscevano, e cioè la versione di "A mezzanotte" cantata da Giuni Russo e tratta dall'album "A casa di Ida Rubinstein".
Se non avete voglia di ascoltare, cosa che potete fare qua, ecco la trascrizione di quello che hanno detto:
"Oh, qui vedo… non so, è uno scherzo? Giuni Russo? E' possibile? Lei?"
"Sì sì, lei lo fece in forma rock"
"Ascoltiamo"
"Giuni Russo era famosa per il suo… mmh, fondoschiena, diciamo, mi sembra di ricordare"
"Lei era famosa come solista di quel gruppo rock…"
"Ma però per le sue grazie, anche, diciamo, era famosa…"
"Sì, sì, carina, piccolina, carina, sì…"
"Sfumiamo la soubrette…"
Non so con chi si siano confusi, Stinchelli e Suozzo. Certo avrebbero fatto meglio ad ammettere di non conoscere Giuni Russo, anziché infilare una serie di stronzate e usare il termine "soubrette".
Ci auguriamo che la puntata di domani si apra con le necessarie scuse da parte dei due conduttori.

Franco Zanetti

Scheda artista Tour&Concerti
Testi