NEWS   |   Pop/Rock / 13/02/2019

Foo Fighters, spiegati i forfait live a New Orleans: Dave Grohl si è operato a un braccio

Foo Fighters, spiegati i forfait live a New Orleans: Dave Grohl si è operato a un braccio

Era Dave Grohl il misterioso "componente della band" che ha costretto la band di "Concrete and Gold" a rinviare per problemi di salute i concerti previsti per i prossimi 15 e 16 febbraio al Fillmore di New Orleans, in Louisiana: a svelarlo è stato lo stesso frontman dei Foo Fighters nel corso di un incontro pubblico - lo stesso nel quale ha offerto il proprio endorsement a Billie Eilish - tenuto a Los Angeles lo scorso martedì 12 febbraio, presso il Beverly Hilton Hotel.

"Questa è una cosa con la quale dovevo fare i conti da tanto tempo", ha spiegato - tra il serio e il faceto - l'ex batterista dei Nirvana a proposito dell'intervento: "Non è la fine del mondo, ma dovevo farmi operare al braccio perché ho bisogno di pagare l'affitto. Sapevo che prima o poi avrei dovuto farmi sistemare il braccio, così sono andato e l'ho fatto".

"E' divertente essere operati, perché almeno puoi riposare un po'", ha proseguito Grohl: "Subito prima di portarmi in sala operatoria i ragazzi dell'ospedale mi hanno detto: 'Ti daremo qualcosa che ti farà stare veramente bene'. E allora ho pensato che finalmente avrei potuto schiacciare un pisolino".

L'operazione al braccio sinistro, ha spiegato l'artista, è servita per mantenere la piena funzionalità dell'arto nonostante i decenni di attività musicale alle spalle, e in previsione di molti altri anni ancora sui palchi e in studio. Perché, come ha spiegato sempre Grohl nel corso del suo intervento: "Adesso non possiamo scioglierci. Sarebbe come quando dei nonni divorziano. Sono sicuro che succeda, ma credo che tutti si chiedano: 'Perché?'".

Scheda artista Tour&Concerti
Testi