NEWS   |   Industria / 13/02/2019

Riforma del copyright: raggiunto un accordo tra Parlamento, Consiglio e Commissione Europea

Riforma del copyright: raggiunto un accordo tra Parlamento, Consiglio e Commissione Europea

Dopo un lungo negoziato avviato nella mattina dello scorso lunedì, 11 febbraio, il Parlamento, il Consiglio e la Commissione Europea hanno trovato un accordo sulla riforma del diritto d'autore, approvata dal parlamento UE lo scorso mese di settembre.

L'articolo 13 del testo, uno dei più discussi tra le parti, nella sua formulazione finale prevede che piattaforme come YouTube, pur in virtù dello status di safe harbor, dovranno negoziare con i titolari dei diritti accordi di licenza in modo bilaterale.

Soddisfazione per il buon esito della discussione è stato espresso dal vicepresidente della Commissione, Andrus Ansip, che sul proprio canale Twitter ufficiale ha annunciato: "Gli europei avranno finalmente regole moderne per il copyright adatte all'era digitale, con reali benefici per tutti: diritti garantiti per gli utenti, giusta remunerazione per i creatori, chiarezza delle regole per le piattaforme".

Alla dichiarazione di Ansip ha fatto eco quella del presidente del parlamento UE, Antonio Tajani:

Il pacchetto legislativo dovrà ora essere approvato dall'assemblea composta dai rappresentanti dei ventotto paesi dell'Unione riunti in assemblea plenaria.