Secondary ticketing, nel processo a Milano non luogo a procedere per insussistenza dei fatti per D'Alessandro e Galli

Secondary ticketing, nel processo a Milano non luogo a procedere per insussistenza dei fatti per D'Alessandro e Galli

Il GUP del Tribunale di Milano ha disposto il non luogo a procedere per insussistenza dei fatti contestati nell'ambito del processo sul secondary ticketing nel mondo della musica dal vivo nei confronti della società organizzatrice di concerti D’Alessandro e Galli e del suo legale rappresentante, Domenico D’Alessandro: a farlo sapere è stata la stessa agenzia toscana per mezzo di una nota diffusa nella tarda mattinata di oggi, mercoledì 13 febbraio.

"Prendiamo atto con grande soddisfazione della decisione odierna del GUP del Tribunale di Milano di disporre sentenza di non luogo a procedere per insussistenza dei fatti contestati nei confronti di D’Alessandro e Galli e del suo legale rappresentante, Domenico D’Alessandro, nel cd procedimento sul Secondary Ticketing, nel quale è stata affermata l’insussistenza dei fatti contestati e la conseguente estraneità ad ogni fenomeno distorsivo del mercato", si legge nel comunicato firmato dagli avvocati Tullio Padovani, Florenzo Storelli e Francesco Marenghi: "Abbiamo confidato, come sempre, nel doveroso corso della giustizia, non rilasciando sino ad ora alcuna dichiarazione alla stampa in ordine al grave danno reputazionale che questa inchiesta ha causato alla Società. Per fortuna, il tempo, come si usa dire, è galantuomo, e riafferma la dignità di un gruppo di lavoro, diretto da Mimmo D’Alessandro e Adolfo Galli, da sempre impegnato nella promozione della cultura musicale e degli eventi verso la più ampia platea di appassionati".

Dall'archivio di Rockol - 11 Artisti diventati famosi grazie ai video su Internet
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.