Chester Bennington, la sua prima band sta registrando con suo figlio Jamie i vecchi materiali - FOTO

Chester Bennington, la sua prima band sta registrando con suo figlio Jamie i vecchi materiali - FOTO

I Grey Daze, la prima band del compianto leader dei Linkin Park Chester Bennington, venuto a mancare nell’estate 2017, hanno fatto sapere di aver ripreso in mano i vecchi materiali registrati con l’artista statunitense per riproporli in una nuova veste, che coinvolge anche il ventiduenne figlio di Chester, Jamie Bennington. A lui, che ha già diffuso in passato musica da lui firmata, sono infatti state affidate le parti vocali. “Chester sarebbe molto fiero di suo figlio Jamie Bennington. Abbiamo visto Jamie cantare insieme a suo padre la sera scorsa agli NRG Recording Studios e la sua voce è fantastica! Somiglia moltissimo a quella di suo padre e siamo stati tutti molto orgogliosi di essere parte di questo”, ha scritto la formazione post grunge, sulla scena dal 1993 al 2001 e con due album all'attivo, in un post su Facebook, accompagnato da alcune immagini. Potete leggerlo qui:

Secondo quanto riferito dal britannico NME, Jamie non sarebbe l’unico special guest del progetto, che include anche Marcos Curiel, Chris Traynor, Ryan Shuck e i due Korn Brian “Head” Welch e James “Munky” Shaffer, che potete vedere entrambi in studio nel video che segue, diffuso sempre dai Grey Daze.

La voce di Chester Bennington è tornata a farsi sentire ai suoi fan anche lo scorso mese di gennaio attraverso il brano, contenuto nell’esordio solista di Mark Morton dei Lamb Of God “Cross Off”, che aveva visto i due artisti fare squadra prima della tragica scomparsa di Bennington e che Morton ha portato a termine.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.