Rockol - sezioni principali

NEWS   |   Italia / 09/02/2019

Sanremo 2019, Claudio Baglioni: 'Abbiamo aperto ai giovani'

Sanremo 2019, Claudio Baglioni: 'Abbiamo aperto ai giovani'

Achille Lauro, Rancore, Ghemon, Motta, Zen Circus, Ex-Otago, Ultimo. E poi Gué Pequeno, Brunori Sas, Anastasio (vincitore di "X Factor", ospite a sorpresa della quarta serata). Senza dimenticare idoli del mondo "teen" come Irama, Federica Carta e Shade e Einar. Se l'obiettivo della Rai e del "dirottatore" artistico Claudio Baglioni era quello di avvicinare il pubblico giovanile al Festival di Sanremo (o viceversa), è stato centrato in pieno: "Abbiamo aperto i varchi all'espressione giovanile", dice Claudio Baglioni non senza un pizzico di soddisfazione, quando mancano ormai poche ore alla serata finale del Festival.

Uno dei temi di questa edizione del Festival di Sanremo è stato proprio il confronto generazionale tra padri e figli: il duetto tra Livio Cori e Nino D'Angelo, quello tra Daniele Silvesti e Rancore, il monologo di Claudio Bisio con l'intervento di Anastasio (che ha proposto una nuova canzone, "Correre", proprio sul rapporto padre-figlio). "Oggi i giovani si trovano in una dimensione difficile: non possono entrare da nessuna parte perché gli spazi sono riempiti dalle esperienze dei loro predecessori, che non vogliono essere spodestati", osserva Baglioni, "prima si vedeva molto chiaramente chi era il padre e chi il figlio. Oggi i confini sono molto più sfumati: certe volte mio figlio sembra mio padre. E io non voglio diventare vecchio". "Devono vincere i giovani. Quel pezzo raccontava la vittoria di un ragazzo, di un ventenne", aggiunge Claudio Bisio, commentando il brano di Anastasio.

Le ultime polemiche riguardano la presunta esclusione di una canzone di Francesco Guccini, la votazione della giuria d'onore (che ieri ha assegnato il Premio per il miglior duetto a Motta e Nada - tra le contestazioni del pubblico in sala, che ha fischiato la consegna del premio a fine serata) e la protesta dei cantanti che lo scorso dicembre avevano partecipato a Sanremo Giovani senza riuscire però a conquistare i due posti disponibili per partecipare al Festival (i vincitori sono stati Mahmood e Einar). A loro la Rai, negli scorsi giorni, aveva promesso un passaggio sul palco dell'Ariston, alla fine saltato: "La giuria d'onore l'ho ereditata da chi mi ha preceduto", risponde Baglioni, "quanto ai Giovani, è stato già confermato il progetto Sanremo Giovani World Tour, che permetterà loro di esibirsi dal vivo in un tour mondiale che farà tappa in sette città".

Scheda artista Tour&Concerti
Testi