NEWS   |   Metal / 24/01/2019

La storia del tatuaggio dietro la testa del chitarrista degli Slayer Kerry King

La storia del tatuaggio dietro la testa del chitarrista degli Slayer Kerry King

Il tatuatore Paul Booth ha messo mani e inchiostro sulla pelle di molte delle star del metal. Per Loudwire racconta come è nato il suo ‘Leaf Man’, tatuato dietro la testa di Kerry King, il chitarrista degli Slayer.

Booth è cresciuto con la musica degli Slayer e ricorda:

"Il mio insegnante nel negozio in cui lavoravo un giorno non c’era. Sono rimasto quindi solo in negozio, feci esplodere gli Slayer alla radio mentre tatuavo".

Una volta raggiunta una certa fama Booth conobbe Kerry King e strinse amicizia con lui. Venne poi il giorno in cui gli tatuò il ‘leaf man’, dice Booth del ‘cliente’ King:

“Posso dire, e non solo perché siamo amici, che lui seduto è una roccia. Meglio della maggior parte delle persone, davvero. Credo che quello fosse un tatuaggio da tre ore e mezzo, quattro ore. Certo, qualcuno si contorce, ma lui era solidamente seduto. Ce l'ha fatta, nessun problema."

Scheda artista Tour&Concerti
Testi