Condé Nast, dal 2020 Pitchfork sarà a pagamento

Pitchfork, storica testata online musicale americana parte del gruppo Condé Nast, dal 2020 sarà fruibile integralmente solo a pagamento: il provvedimento riguarderà tutti i giornali online in quota al colosso editoriale fondato nel 1909 a New York, da Vogue a Wired, passando per Vanity Fair, GQ, Architectural Digest e New Yorker. Il paywall, tuttavia, non sarà "a taglia unica", ha specificato l'ad del gruppo Bob Sauerberg: "Ogni testata è diversa, e ogni testata avrà un paywall adatto al proprio prodotto". La fruibilità a pagamento, secondo Sauerberg, è "la misura definitiva del coinvolgimento dei nostri lettori: non si tratta solo di passare del tempo [sulle nostre testate], ma di spenderci soldi".

La notizia del futuro a pagamento per Pitchfork segue di poche ore quella delle dimissioni del fondatore della testata Ryan Schreiber, che non solo ha lasciato vacante il suo ruolo in seno all'organico del giornale, ma ha anche ritirato la propria partecipazione dalla società madre Pitchfork Media.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.