Warner in Borsa, un passo verso la fusione con la EMI?

Warner in Borsa, un passo verso la fusione con la EMI?
La possibilità di un "merger" tra le due case discografiche è confermata dai contenuti del prospetto finanziario che i responsabili di Warner Music hanno trasmesso alla Securities and Exchange Commission in vista del collocamento in Borsa di una parte del capitale (vedi News). Il documento anticipa infatti che il denaro rastrellato sul mercato azionario (l’obiettivo è di raccogliere sottoscrizioni per 750 milioni di dollari) potrebbe essere utilizzato dalla società per “acquisire, investire, entrare in alleanze strategiche o in joint venture con società impegnate in settori di attività similari o complementari”.
Il prospetto Warner sottolinea anche che la società continuerà ad essere gestita dai suoi principali investitori, capeggiati da Edgar Bronfman Jr., i quali conserveranno “sostanzialmente tutti i posti nel consiglio di amministrazione”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.