"Surviving R Kelly" verrà trasmesso in Italia su Sky dal 18 marzo

Arriva anche in Italia "Surviving R Kelly", il documentario sugli abusi e sulle molestie subite da diverse donne da parte del cantante e rapper americano: nella versione italiana si intitolerà “R. Kelly: vittime di una popstar”, e verrà trasmesso da lunedì 18 marzo alle 22.00 su Crime+Investigation, canale 119 del pacchetto Sky.

 "Surviving R Kelly" è stato diretto da Nigel Bellis e Astral Finnie: è diviso in 6 puntate che in America sono andate in onda su Lifetime in tre serate, dal 3 al 5 gennaio, con ascolti in crescita: 1,800 mila spettatori per la prima, 2 milioni e 300.000 per l'ultima. Ma soprattutto ha generato un'ondata di attenzione al caso come mai era successo prima - si parlava di questa storia da tempo, ma il documentario ha spinto molte persone a prendere le distanze dal cantante, che recentemente è stato pure scaricato dalla sua casa discografica, la RCA.

Questo il trailer della versione originale

Caricamento video in corso Link


 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.