Martin Barre (Jethro Tull) ricorda il peggiore concerto della sua vita

L'ex chitarrista dei Jethro Tull, Martin Barre, ha ricordato in una intervista rilasciata a MusicRadar il suo primo, difficoltoso, per un curioso inconveniente, concerto con la band capitanata da Ian Anderson.

Barre si unì ai Jethro Tull nel 1968, prima di avere successo e dopo che vi suonò per un breve periodo il futuro chitarrista dei Black Sabbath Tony Iommi. Il chitarrista lasciò i Jethro Tull nel 2012.

Ecco cosa racconta di quel concerto:

"Fu a Penzance in un club orribile, che mi auguro non esista più. Arrivammo là in grande ritardo, entrammo in questo club e c'erano persone dappertutto sul pavimento, in stato comatoso. L'aria era densa, c’era puzza di stufato, in fondo, si riusciva a distinguere il palco, per arrivarci abbiamo dovuto scavalcare tutte queste persone.”

Barre il giorno prima si era comprato una giacca da pirata da esibire sul palco e se ne pentì quasi immediatamente, continua:

"Fu subito evidente, dopo la prima canzone, che le braccia erano troppo strette così mi si bloccò il sangue nel braccio sinistro e non riuscivo a suonare. La nostra crew era formata da un solo ragazzo e lo chiamai, lui venne con un coltellino svizzero e tagliò il lato inferiore della giacca attorno all'ascella. Questo accorgimento produsse un flusso abbondante di sangue alla mia mano sinistra e tutto tornò a posto. Penso che il pubblico abbia pensato che si trattasse di una sorta di cerimonia del sangue dei Druidi e fu l'unico pezzo del set che davvero apprezzarono! Non siamo mai stati richiamati."

In un’altra parte dell’intervista Barre ha parlato del suo peggiore viaggio per fare un concerto.

“Dovevo arrivare in Svizzera il giorno dopo. Presi l'ultimo volo da Heathrow che passava da Bruxelles. Arrivato a Bruxelles e sono dovuto stare in un motel orribile perché la nebbia cancellava i voli. L'unico volo che raggiungeva la Svizzera era via Atene su un aereo di linea greco dove tutti fumavano. Avevo l'ultimo posto nell'ultima fila, ero circondato da fumatori. Il volo è stato deviato e sono finito nella città svizzera sbagliata. Ho preso un treno ed ero così sporco che non mi vollero servire nella carrozza ristorante. Arrivato al mio hotel fu evidente che avevo ereditato alcuni ‘ospiti’ da quell'orribile motel”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.