Rockol - sezioni principali

NEWS   |   Pop/Rock / 14/04/2019

Win Butler compie oggi 39 anni: basket, Dj, Clash, beneficenza e altre curiosità sulla mente degli Arcade Fire (1 / 9)

Win Butler compie oggi 39 anni: basket, Dj, Clash, beneficenza e altre curiosità sulla mente degli Arcade Fire

L'espressione "leader" o "mente del gruppo" immaginiamo gli piacciano poco, eppure ci riesce davvero difficile considerare Win Butler anche solo primus inter pares nel collettivo canadese che nel 2004, con "Funeral", stregò nientemeno che sua maestà David Bowie, che l'anno dopo omaggiò gli Arcade Fire con diversi featuring dal vivo sancendo così quello che ai più parse come un solenne passaggio di testimone tra la vecchia e la nuova generazione di "alieni" del rock.

Californiano trapiantato in Canada - iter speculare a quello che percorso da Neil Young -, Butler ha avuto una visione, quella di una band diversa da tutto ciò che stava offrendo la piazza nella prima metà degli anni Duemila, e ha saputo tramutarla in un affare di famiglia, coinvolgendo sua moglie Regine e suo fratello minore Will. Il resto, come si dice, è storia: benché l'hype che accompagnò la pubblicazione di "Reflektor" (2013) oggi si sia attenuato, gli Arcade Fire restano una delle poche band in circolazione a saper proporre ricerca e sperimentazione alle grandi platee senza suonare pretenziose o costruite. Merito, senza dubbio, dell'autenticità e dell'onestà di questo gruppo di talentuosi musicisti raggruppatosi intorno a un ex studente universitario che non solo ha saputo immaginare un futuro per il rock, ma è riuscito anche a metterlo in pratica.

Per celebrare il trentanovesimo compleanno di Win Butler, che ricorre proprio oggi, 14 aprile, ecco, nelle pagine che seguono, otto curiosità sul fondatore degli Arcade Fire. Buona lettura!