Charli XCX pubblicherà un nuovo album nel 2019

Charli XCX pubblicherà un nuovo album nel 2019

La cantautrice britannica salita alla ribalta nel 2014 grazie alla hit "Boom clap" è pronta a dare un seguito al suo secondo album, “Sucker”, del 2014, e ai due mixtape "Number 1 Angel" e "Pop 2". Condividendo una foto sul proprio account Twitter l’artista annuncia che il suo nuovo disco verrà pubblicato nel 2019.

Riflettendo sul suo itinerario artistico, Charlie XCX ha rivelato che retrospettivamente alcuni momenti di "Sucker" oggi le suonano falsi, e che il suo tentativo di adeguarsi a un repertorio più commerciale non ha dato i risultati sperati. "La collaborazione con Iggy Azalea in 'Fancy' è stata spiazzante, non mi ha fatta diventare quel gran nome che mi aspettavo". Ha anche spiegato che l'esperienza del tour con Taylor Swift le ha fatto capire di non essere fatta per esibirsi in grandi spazi: "Sono una da club, da rave", ha commentato.

A ottobre Charli XCX ha collaborato con Troye Sivan in "1999",

e a novembre con i Clean Bandit per "Playboy Style".

Scheda artista Tour&Concerti Testi
18 nov
Scopri tutte le date

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.