Lady Gaga: al via la residency a Las Vegas, tra le sue hit e un omaggio a David Bowie - VIDEO / SCALETTA

Lady Gaga: al via la residency a Las Vegas, tra le sue hit e un omaggio a David Bowie - VIDEO / SCALETTA

Uno show pop-rock da grandi arene, con ballerini, robot e effetti speciali, portato in un teatro da poco più di 5.000 posti. Una scaletta che copre quella che è stata la carriera della popstar statunitense fino ad oggi, dal pop elettronico e la dance di "The fame" e "Born this way" al country di "Joanne", passando per l'esperimento "Artpop". Lady Gaga ha dato ufficialmente il via ieri sera, venerdì 28 dicembre, a "Enigma": una residency da oltre venti date ospitata dal Park Theater di Las Vegas, che terrà impegnata la cantante fino al novembre del 2019 - con in mezzo più di una pausa.

https://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/4YgQadUuV9YwaAbKFuWtdB5Qr8w=/700x0/smart/https%3A%2F%2Fksassets.timeincuk.net%2Fwp%2Fuploads%2Fsites%2F55%2F2018%2F12%2FGettyImages-1075630830-768x550.jpg
https://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/7B6gYKNDyyATilb6z3k-CbswPH8=/700x0/smart/https%3A%2F%2Fksassets.timeincuk.net%2Fwp%2Fuploads%2Fsites%2F55%2F2018%2F12%2FGettyImages-1075630838-742x1024.jpg
Gaga ha rotto il ghiaccio con "Just dance", il primo singolo estratto dal suo album d'esordio, nel 2008, con il quale cominciò a scalare le classifiche internazionali: si è fatta calare dall'alto, suonando l'intro con la sua keytar sopra le teste degli spettatori.

La cantante ha concepito il concerto come un'opera teatrale, suddividendolo in atti: nei primi due atti ha suonato le hit degli esordi, come la stessa "Just dance", "Poker face", "LoveGame", "Telephone", inserendo qui e là anche un paio di pezzi del terzo album "Artpop", come "Applause" e "Aura" (in medley con "Paparazzi"); nel terzo atto ha fatto ascoltare qualche canzone estratta dal secondo album "Born this way", come "Judas", "The edge of glory" e "You and I", e una cover di "I'm afraid of americans" di David Bowie (letteralmente: "Ho paura degli americani"); nel quarto atto, prima del gran finale con "Shallow" (la canzone principale della colonna sonora di "A star is born"), ha suonato due delle più grandi hit della sua carriera fino ad oggi, "Bad romance" e "Born this way".

SCALETTA:
"Just dance"
"Poker face"
"LoveGame"
"Dance in the dark"
"Beautiful, dirty, rich"
"The fame"
"Telephone"
"Applause"
"Paparazzi"
"Aura"
"Scheiße"
"Judas"
"Government hooker"
"I'm afraid of americans"
"The edge of glory"
"Alejandro"
"Million reasons"
"You and I"
"Bad romance"
"Born this way"
"Shallow"

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.