Nuovi software Dvd: c'è anche la Apple tra i sostenitori del Blu-ray della Sony

Blu-ray, il nuovo software per Dvd sviluppato da Sony, ha convinto Steve Jobs: tanto che Apple Computer ha deciso di unirsi al consorzio di aziende che appoggiano il formato al fianco di Dell, Hewlett-Packard, Walt Disney e Thomson, maggior fornitore mondiale di videodischi preregistrati. La ditta di Cupertino utilizzerà la tecnologia Blu-ray (il nome si riferisce al colore del raggio laser usato per registrare e riprodurre i Dvd) nei programmi iMovie e Final Cut per la registrazione e l’editing di video digitale sul computer. I dischi che utilizzano il formato Blu-ray hanno capacità cinque volte superiore a quella di un Dvd standard; quelli che impiegano il sistema concorrente HD-DVD di Toshiba e Nec possono contenere una quantità di dati fino a quattro volte superiore. Entrambi promettono immagini meglio definite, migliore qualità audio e misure più efficaci di protezione anticopia del materiale coperto da diritto d’autore.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.