System of a Down, per Serj Tankian no a un nuovo album: 'Ci abbiamo provato, ma...'

System of a Down, per Serj Tankian no a un nuovo album: 'Ci abbiamo provato, ma...'

Le recenti dichiarazioni di Shavo Odadjian avevano riacceso nei fan la speranza di poter ascoltare, in un futuro più o meno prossimo, un nuovo album dei System of a Down, giganti californiani dell'alt metal discograficamente fermi al dittico "Mezmerize" / "Hypnotize" del 2005: a stroncare le speranze dei tanti estimatori della formazione di origini armene è stato il frontman del gruppo, Serj Tankian, nel corso di un'intervista rilasciata a Rolling Stone USA.

"Ci siamo visti, ci siamo salutati, abbiamo fatto le prove e abbiamo parlato delle cose che abbiamo in ballo come abbiamo fatto", ha spiegato Tankian a proposito del più recente ritrovo degli elementi della band in studio alla quale ha fatto riferimento Odadjian: "Siamo stati amici per 25 / 30 anni, è un mucchio di tempo. La differenza tra gli affari e le band è che le persone in genere sanno quando stanno trattando di affari, ma quando sei in un gruppo la situazione è più confusa, perché sei sì in affari, ma lo sei con degli amici molto intimi. Ci sono casi in cui ci si dice: 'Ok, questa attività non funziona, finiamola qui, ma ti voglio bene lo stesso'. Con i gruppi, cosa del genere succedono molto raramente".

"Per quanto mi riguarda, [il nostro ultimo incontro] è stata una cosa del tipo: 'Sentite, ci ho provato. Ci abbiamo provato, ma non siamo stati capaci di trovare un accordo. E non perché siamo pigri. Siamo ancora amici. Andiamo ancora in tour. Ma questa è la verità", ha dichiarato Tankian, prima di lanciare l'affondo finale. Alla domanda se all'ultimo incontro con gli altri elementi della band sia stata affrontata anche la questione relativa a un eventuale futuro album dei System of a Down, il frontman ha detto: "No, non proprio. Credo che avrebbe generato molta tensione e negatività. Non ci sono state altre discussioni".

L'artista ha fatto sapere di aver finito di lavorare a cinque brani che avrebbe voluto registrare con la sua band, ma che ha preferito registrare da solista: 'Sono cinque canzoni rock, voglio che diventino musica da film, sto aspettando proposte (...) Ho scritto anche musica orchestrale e jazz: una delle ragioni per le quali mi piace comporre musiche per il cinema è che ogni regista vuole qualcosa di diverso, ed è divertente. Alla fine riesco a registrare canzoni con sonorità diverse tutte le volte".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.