NEWS   |   Metal / 22/12/2018

System of a Down, per Serj Tankian no a un nuovo album: 'Ci abbiamo provato, ma...'

System of a Down, per Serj Tankian no a un nuovo album: 'Ci abbiamo provato, ma...'

Le recenti dichiarazioni di Shavo Odadjian avevano riacceso nei fan la speranza di poter ascoltare, in un futuro più o meno prossimo, un nuovo album dei System of a Down, giganti californiani dell'alt metal discograficamente fermi al dittico "Mezmerize" / "Hypnotize" del 2005: a stroncare le speranze dei tanti estimatori della formazione di origini armene è stato il frontman del gruppo, Serj Tankian, nel corso di un'intervista rilasciata a Rolling Stone USA.

"Ci siamo visti, ci siamo salutati, abbiamo fatto le prove e abbiamo parlato delle cose che abbiamo in ballo come abbiamo fatto", ha spiegato Tankian a proposito del più recente ritrovo degli elementi della band in studio alla quale ha fatto riferimento Odadjian: "Siamo stati amici per 25 / 30 anni, è un mucchio di tempo. La differenza tra gli affari e le band è che le persone in genere sanno quando stanno trattando di affari, ma quando sei in un gruppo la situazione è più confusa, perché sei sì in affari, ma lo sei con degli amici molto intimi. Ci sono casi in cui ci si dice: 'Ok, questa attività non funziona, finiamola qui, ma ti voglio bene lo stesso'. Con i gruppi, cosa del genere succedono molto raramente".

"Per quanto mi riguarda, [il nostro ultimo incontro] è stata una cosa del tipo: 'Sentite, ci ho provato. Ci abbiamo provato, ma non siamo stati capaci di trovare un accordo. E non perché siamo pigri. Siamo ancora amici. Andiamo ancora in tour. Ma questa è la verità", ha dichiarato Tankian, prima di lanciare l'affondo finale. Alla domanda se all'ultimo incontro con gli altri elementi della band sia stata affrontata anche la questione relativa a un eventuale futuro album dei System of a Down, il frontman ha detto: "No, non proprio. Credo che avrebbe generato molta tensione e negatività. Non ci sono state altre discussioni".

L'artista ha fatto sapere di aver finito di lavorare a cinque brani che avrebbe voluto registrare con la sua band, ma che ha preferito registrare da solista: 'Sono cinque canzoni rock, voglio che diventino musica da film, sto aspettando proposte (...) Ho scritto anche musica orchestrale e jazz: una delle ragioni per le quali mi piace comporre musiche per il cinema è che ogni regista vuole qualcosa di diverso, ed è divertente. Alla fine riesco a registrare canzoni con sonorità diverse tutte le volte".

Scheda artista Tour&Concerti
Testi