Shavo Odadjian e la speranza di un nuovo disco dei System of a Down: ‘Abbiamo materiale migliore di qualsiasi cosa mai fatta prima’

Shavo Odadjian e la speranza di un nuovo disco dei System of a Down: ‘Abbiamo materiale migliore di qualsiasi cosa mai fatta prima’

Discograficamente ferma al 2005, quando uscì “Hypnotize”, la band di "Toxicity" è passata nell’ultimo periodo attraverso momenti turbolenti che sembravano aver minato le basi della formazione. Dopo che la scorsa estate il chitarrista Daron Malakian aveva fatto sapere di essere al lavoro su un nuovo progetto discografico che non vedeva, però, coinvolto il frontman dei System of a Down Serj Tankian e dopo che lo stesso Tankjan aveva rivelato di essere stato il responsabile della pausa presa dalla band tra il 2006 e il 2011 e che, fosse stato per lui, non avrebbe nemmeno voluto registrare gli ultimi due dischi del gruppo, “Mezmerize” ed “Hypnotize”, entrambi datati 2005, le speranze che la formazione si ritrovasse in studio si sono fatte sempre più vane. C’è, però, chi nonostante tutto continua a non perdere fede.

Il bassista Shavo Odadjian ha, infatti, raccontato, nel corso di un’intervista con la statunitense Consequence of Sound, che la possibilità di un ritorno discografico dei System of a Down lui non l’ha ancora accantonata. Non solo, ma ci sarebbe del materiale, messo insieme dalla formazione, che sarebbe, per Odadjian, il migliore mai realizzato prima.

“Penso di sì. Penso che potremmo”, ha detto il musicista a proposito dell’eventuale incisione di un nuovo album da parte dei System of a Down. Proseguendo:

Non è successo niente tra noi così terribile da non poterci far tornare in studio insieme e lavorare. Niente! È tutto solo una questione di gusto e loro dovrebbero solo riunirsi e dimenticare il passato e andare avanti. E penso che succederà. Non sono preoccupato per questo.

Il bassista ha poi proseguito, nel corso dell’intervista:

Posso essere onesto con te? Tra me, te e questo mondo, e le persone che leggono l’intervista, abbiamo materiale che supera tutto quello che abbiamo fatto fino a questo momento. Te lo dico io, onestamente. Non vedo l’ora di registrarlo e farlo uscire.

Per quanto la band non consegni un disco al mercato da tredici anni, i System of a Down hanno comunque portato avanti un tour che si è concluso lo scorso ottobre e hanno già fissato un paio di set dal vivo per il prossimo anno.

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.