Noel Gallagher: 'Ecco perché non voglio la reunion degli Oasis'

Noel Gallagher: 'Ecco perché non voglio la reunion degli Oasis'

L'appello di Liam Gallagher al fratello Noel per riformare la band di "Definitely Maybe" continuerà a essere ignorato: ad assicurarlo - e a spiegarne il perché - è stato lo stesso ex principale compositore degli Oasis nel corso di un'intervista rilasciata al magazine musicale britannico Mojo.

"All'inizio avrei detto al mio management: esiste una cifra magica. Se dovessero proporcela, la farei [la reunion]", ha spiegato il cantante, chitarrista e autore: "Un paio di concerti enormi, e anche un tour mondiale nelle principali città, negli stadi, facendo un sacco di soldi per comprarmi uno yacht, un aeroplano, un'altra casa, e poi tornare a fare quello che faccio".

Però i commenti pubblici fatti in passato la Liam sui suoi familiari - i suoi figli e sua moglie, che il fratello non mancò di definire "una strega" - hanno convinto Noel a desistere: "Sono quelle cose che ha detto sui miei figli e su mia moglie [a impedirmi di riformare gli Oasis]", ha spiegato il maggiore dei fratelli Gallagher, "Non c'è storia. Se in tasca mi dovessero restare 50 centesimi, piuttosto andrei a suonare per strada. Niente da fare, non posso farlo".

"Adesso lui ha la sua carriera", ha proseguito Noel, "Che a conti fatti è un po' la mia, perché quando lui suona al festival di Finsbury Park e io sono qui seduto a casa a guardarmi una partita io ricevo un assegno per i diritti sulle canzoni che ho scritto e che lui esegue dal vivo. Ma invece che renderlo felice, tutto ciò l'ha reso ancora più arrabbiato".

Entrambi i fratelli Gallagher stanno lavorando ai rispettivi prossimi album solisti: già lo scorso 8 dicembre - e poi anche oggi, sempre attraverso il proprio account ufficiale Twitter - Liam ha fatto sapere di essere al lavoro a Los Angeles alla scrittura di nuove canzoni, mentre Noel potrebbe pubblicare già nel corso del 2019 un nuovo disco di inediti il cui sound è stato definito dallo stesso artista "a metà strada tra la disco anni '70 e nascita del mondo".

Dall'archivio di Rockol - Oasis: "la band più grande di Dio"
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.