Bruce Dickinson: "Entrare negli Iron Maiden fu come salire sulla più grande montagna russa del mondo"

Bruce Dickinson: "Entrare negli Iron Maiden fu come salire sulla più grande montagna russa del mondo"

Il frontman degli Iron Maiden Bruce Dickinson ha rilasciato una intervista alla emittente belga RTBF. Tra le altre cose gli è stato chiesto come è stato entrare a far parte della metal band inglese dopo avere militato nei Samson.

Questa la risposta di Dickinson:

“Se lo potete immaginare, stavo facendo l'attaccante per una squadra di calcio locale vallone di terza divisione, e il minuto dopo mi vengono a dire: ‘Giocherai per il Barcellona e il tuo partner sarà Lionel Messi.’ Oh...(ride), immagino che farei meglio ad allenarmi allora."

E poi gli è stato chiesto come fosse riuscito a tenere i piedi per terra dopo avere iniziato ad esibirsi con gli Iron Maiden. Dice Bruce:

“Non sono riuscito ad aprire gli occhi per le prime cinque canzoni, ero terrorizzato al pensiero di guardare il pubblico. Ma ero il cantante e questo è il tuo lavoro. Ovviamente, all'inizio lavoravo sul vecchio materiale, ma subito abbiamo iniziato a lavorare all’album 'The Number of the Beast”. La mia voce ha permesso alla band di scrivere in una dimensione completamente diversa ed è ciò che ha reso le cose molto più facili. Perché non ho dovuto reinterpretare le vecchie cose. Potevo lavorare con materiale nuovo. Poi abbiamo fatto alcuni spettacoli. Siamo andati in Italia per cinque concerti ed è stata la prima volta che facevo un concerto fuori dal Regno Unito. Non avevo esperienza. Fu davvero interessante. Ebbi una curva di apprendimento molto ripida, ma ho avuto la fortuna di imparare abbastanza in fretta. Ho avvertito il mio manager quando sono entrato nella band, è ancora il manager degli Iron Maiden, Rod Smallwood. L'ho avvertito gli dissi: "Sarò un rompiballe. Lo sai, vero? E lui rispose: 'Sì, è un po' il motivo per cui ti vogliamo. Perché vogliamo qualcuno che contribuisca con delle idee.' E quando arrivammo ​​all’album successivo, "Piece Of Mind", avevamo già un album al numero uno. Ho scritto molto di 'Piece Of Mind' e 'Powerslave'. Entrare a far parte degli Iron Maiden è la più grande montagna russa del mondo. Vai giù, poi sali, poi vai giù di nuovo. Questo per cinque anni. Voglio dire, senza sosta, una grande scarica di adrenalina per cinque anni."

Venne domandato a Dickinson se per lui fu difficile integrarsi negli Iron Maiden, lui ha risposto:

“Ad essere onesti, devo dire di no. Ricordo il primo giorno che andai a provare per loro. C’era ancora il vecchio cantante, dovevano fare ancora due concerti con lui. Così pensai, ‘L’atmosfera sarà un po’ strana’. Perché ovviamente lui non sapeva, ma tutti sapevano che sarebbe stato licenziato. Non ero davvero a mio agio in questa situazione. Mi sono presentato e abbiamo iniziato a fare vecchie canzoni dei Deep Purple che tutti conoscevamo. Poi ne abbiamo fatte altre che conoscevamo. E scoprimmo che ci piaceva la stessa musica, conoscevamo la stessa musica, amavamo la stessa musica. L’atmosfera era fantastica. Poi mi domandarono di imparare quattro canzoni. Avevano fatto solo due album. Io ho imparato tutte le canzoni.”

Bruce Dickinson entrò negli Iron Maiden nel 1981, in sostituzione di Paul Di’Anno, e ha pubblicato il suo primo album con la band, "The Number Of The Beast", nel 1982.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.