NEWS   |   Pop/Rock / 31/12/2018

La musica nel 2018: ecco i video musicali più odiati dagli utenti di YouTube

La musica nel 2018: ecco i video musicali più odiati dagli utenti di YouTube

Si parla spesso - a proposito di social media e affini - di like, cioè di espressioni di consenso da parte del pubblico nei confronti di un personaggio, un'entità commerciale o un contenuto, ma poco di dislike, ovvero l'esatto contrario: la manifestazione di non gradimento o insofferenza nei confronti di un elemento sottoposto al giudizio dei navigatori del Web.

La piattaforma di video sharing controllata da Google ha pubblicato nei giorni scorsi un consuntivo dei video meno apprezzati pubblicati nel 2018, cioè quelli che siano stati capaci di raccogliere più dislike su YouTube nel corso degli ultimi dodici mesi.

In vetta alla poco lusinghiera classifica c'è "Baby", video associato al brano che l'ex teen star canadese Justin Bieber pubblico nel suo album "My World 2.0" del 2010: con la bellezza di 9.84 milioni di dislike il neomarito di Hailey Baldwin ha quasi doppiato il collega Jake Paul, che con il suo "It's Everyday Bro" è riuscito a raccogliere poco più di 4 milioni di dislike.

Il video di "Despacito" di Luis Fonsi, il tormentone che due stagioni fa ha infranto record su record, di dislike ne ha guadagnati 3.69 milioni, circa trecentomila in più di "Friday" di Rebecca Black, grande classico del trash pop già indicato da più parti "brano più brutto di sempre", e un milione e mezzo di più di "Gangnam Style" di PSY, altro tormentone di YouTube fermo a soli 2 milioni e 120mila dislike.

Meno invisi al pubblico, ma non per questo non inclusi nella top 20 dei video meno apprezzati del 2018, sono "Anaconda" di Nicki Minaj e "Wrecking Ball" di Miley Cyrus, rispettivamente "premiati" con 1.53 e 1.50 milioni di dislike.

Scheda artista Tour&Concerti
Testi