NEWS   |   Pop/Rock / 13/12/2018

Rolling Stones, Keith Richards: 'Ho smesso di bere'

Rolling Stones, Keith Richards: 'Ho smesso di bere'

Il pluridecennale e pericoloso flirt tra il chitarrista dei Rolling Stones e le sostanze alcoliche sarebbe giunto al capolinea: intervistato dall'edizione statunitense di Rolling Stones, Keith Richards ha rivelato di aver smesso di bere. "Sarà più o meno da un anno", ha spiegato l'autore di riff leggendari come quelli di "(I Can't Get No) Satisfaction" e "Jumpin' Jack Flash": "Ci ho dato un taglio, non ne potevo più". "Era venuto il tempo di smettere", ha aggiunto Richards, che ha però ammesso di concedersi, occasionalmente, "un bicchiere di vino o una birra".

Il nuovo regime ha giovato all'ormai veterano chitarrista? "Non saprei dirlo", ha detto il diretto interessato: "Non ho notato differenze rispetto a prima, a parte il fatto che non bevo più". Di opinione diversa - e molto più favorevole - è il suo collega Ron Wood: "Adesso è molto più tranquillo, e molto più aperto a nuove idee. Prima stringevo i denti e pensavo 'Ecco, adesso mi coprirà di merda per aver detto questo', adesso semplicemente risponde 'Che figata'".

"Mi interessava suonare da sobrio", ha proseguito Richards: "Adesso le nostre parti di chitarra le suoniamo con molta più attenzione: siamo molto più coscienti delle differenze e degli spazi che ci sono tra l'una e l'altra. Del resto abbiamo settant'anni, ma suoniamo ancora come quarantenni".

I Rolling Stones inaugureranno una nuova tranche di date in nordamerica del loro tour "No Filter" il prossimo 20 aprile da Miami: la serie di date, che sempre secondo Richards "potrebbe essere l'ultima", potrebbe preludere alla pubblicazione di un nuovo album da parte della leggendaria formazione britannica, le cui session sarebbero già in corso sotto la supervisione del collaboratore di lunga data Don Was.

Scheda artista Tour&Concerti
Testi