Rockol - sezioni principali

NEWS   |   Industria / 11/12/2018

Sfera Ebbasta a Corinaldo: che differenza c'è tra una serata e un concerto

Sfera Ebbasta a Corinaldo: che differenza c'è tra una serata e un concerto

Una "doppia" data, poca chiarezza su orari e numero di ingressi disponibili e ambiguità sulla natura dell'apparizione che il rapper lombardo avrebbe dovuto tenere al Lanterna Azzurra stanno gettando ulteriori ombre sulla tragedia di Corinaldo, dove nella notte tra gli scorsi 7 e 8 dicembre, in attesa di una serata che avrebbe avuto protagonista Sfera Ebbasta, cinque spettatori e una madre hanno trovato la morte in seguito alla resa creatasi dopo l'uso improprio di spray anti-aggressione nel locale che avrebbe dovuto ospitare la trap star di Cinisello Balsamo.

Al netto delle tante circostanze che possono essere indicate come concause del terribile incidente - lo sconsiderato gesto di chi ha deliberatamente utilizzato uno spray al peperoncino in sala, il sovraffollamento della stessa, le falle nella sicurezza sulle quali gli inquirenti stanno ancora indagando e la presenza di minori in un contesto non appropriato a preadolescenti - per avere un'idea più precisa del quadro nel quale è maturata quella che può essere considerata la più grande tragedia nella storia della musica italiana dal vivo è utile analizzare le differenze che distinguono le serate che hanno per protagonisti personaggi musicali e i veri e propri concerti.

Le "ospitate" in locali pubblici (club, spazi all'aperto, centri commerciali e altro) e i live show sono due realtà che all'apparenza possono apparire contigue, ma che sono regolate da dinamiche del tutto differenti in termini organizzativi, economici e di comunicazione.

Un concerto vero e proprio attiva una filiera che parte dal management dell'artista e, passando attraverso l'agenzia di booking dello stesso, il servizio di biglietteria ufficiale, un promoter locale e una venue garantisce gli standard di sicurezza imposti dall'attuale legislazione vigente nel nostro Paese: i servizi di biglietteria ufficiali operanti sul mercato primario rappresentano gli unici interlocutori per l'acquisto dei titoli di ingresso, che sono messi in vendita secondo la quantità stabilita in base alla capienza della venue - club, palazzetto, stadio - destinata a ospitare lo show, che - a sua volta - è tenuta a garantire standard sia in termini di sicurezza infrastrutturale (controlli agli accessi, vie di fuga, presenza di personale sanitario sul posto, addetti alla sicurezza) che sotto il punto di vista tecnico (impianto di amplificazione, impianto luci, eccettera). Un concerto vero e proprio, al di là dell'aspetto musicale che implica la presenza di tecnici, musicisti, addetti alle luci e alla scenografia, prevede anche un'ora precisa di inizio e un'indicazione precisa relativa al termine, in alcuni casi fissato per legge dalle amministrazioni locali in materia di spettacoli con musica dal vivo.

Le serate che prevedono l'apparizione di una personalità - non necessariamente musicale, ma anche televisiva, sportiva o altro - funzionano in modo diverso. La filiera, innanzitutto, è più corta: le grandi agenzie di booking, in genere, si assicurano l'esclusiva solo per i concerti, lasciando al management dell'artista - o a un'altra società indicato dallo stesso - la gestione delle comparsate nei locali. Non trattandosi di concerti veri e propri, ma più che altro di ospitate che possano prevedere brevi esibizioni live on tracks - cioè con la voce dal vivo e basi preregistrate suonate dal Dj residente del locale - le serate hanno una produzione delegata il più delle volte alla venue che le ospita, e non un'agenzia, che interviene in termini di organizzazione presso la venue stessa. Allo stesso modo i titoli di ingresso, in mancanza di un'unica biglietteria ufficiale, possono essere emessi in vari modi: accanto alle rivendite abituali, gli ingressi per eventi di questo tipo possono essere promossi e ceduti (a pagamento o a titolo gratuito, a seconda dei casi ma sempre - almeno in teoria - rispettando le disposizioni di legge) anche da agenti terzi - per esempio, il locale stesso e i pr a esso affiliati: in mancanza di un'unica regia - la società di booking ufficiale e la rivendita ufficiale sul canale primario - non è difficile che, in origine, vengano stampati molti più biglietti rispetto a quelli che poi verranno venduti in quantità corrispondente (anche qui, in teoria) all'effettiva capienza del locale.

Le serate, a differenza dei concerti, non prevedono l'indicazione dettagliata di termini temporali, perché appunto - non essendo classificate come spettacoli di musica dal vivo - non hanno gli stessi vincoli orari (soprattutto riguardo l'orario di fine spettacolo) ai quali sono sottoposti i concerti: le indicazioni "ore 23" e "ore 22" presenti nei flyer che promuovevano le apparizioni di Sfera Ebbasta dello scorso 7 dicembre rispettivamente presso l'Altromondo di Rimini e la Lanterna Azzurra di Corinaldo (si vedano i frame qui sotto) non si riferiscono, quindi, all'orario di inizio della comparsata del rapper, ma a quella dell'inizio della serata durante la quale è prevista la comparsata del rapper - che, come spiegato prima, può concretizzarsi in una breve esibizione live on tracks o alla consolle per un dj set.

https://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/TZKEzVFRH0gKZwEfSly0ZBFPn8g=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/sfera01ssb.jpg
https://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/_K3l_WaTsV4HTnIihYy3Q8wRyLk=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/sfera02ss.2018-12-10-18-31-56.jpg

Le serate, in genere, costano meno - a chi le compra - di un concerto vero e proprio: per un'apparizione in un locale l'artista non si muove con la produzione che verrebbe schierata per uno spettacolo dal vivo, spostandosi con uno staff ridotto all'essenziale e senza backline (la strumentazione) e personale tecnico ai quali provvede il locale che ha "acquistato" l'evento. Richiedendo uno sforzo produttivo sensibilmente inferiore rispetto a un live show - sotto il punto di vista economico, ma anche in termini banalmente temporali - le serate, per ottimizzare i profitti di una trasferta, possono essere "accorpate", se previste in località vicine, esattamente come programmato per la notte tra gli scorsi 7 e 8 dicembre sull'asse Rimini - Corinaldo.

Come distinguere, quindi, i concerti dalle serate, in mancanza di una comunicazione più esplicita da parte degli organizzatori delle seconde? Il modo più pratico è verificare su che circuiti siano messi in vendita i biglietti. Prendiamo, per esempio, lo stesso Sfera Ebbasta: nella sezione eventi della sua pagina Facebook ufficiale al momento sono programmate quattro date, tre appuntamenti nell'ambito del "Pop$tar tour 2019" e uno - in una sezione separata - per il 31 dicembre al Matis Club di Bologna.

https://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/bi4M14k6bEG_kh9Sp_y1pvdWOsA=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/sfera03ss.jpg

Cliccando sul tasto "ottieni i biglietti" per le date di Milano, Roma e Napoli si viene reindirizzati sulla pagina dedicata al rapper da TicketOne, dove sono indicati chiaramente il prezzo del biglietto e l'ora di inizio dello spettacolo, esplicitamente descritto - nelle note che seguono l'elenco delle tappe - come "concerto".

https://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/gNOPAtIakWDzpw2eEWN5bvrVsvk=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/sfera04ss.jpg

Cliccando invece su "ottieni i biglietti" per la data del 31 dicembre a Bologna si viene reindirizzati verso un'altra piattaforma, che rende disponibili solo i tagliandi per l'appuntamento di Capodanno senza mai citare, alla voce "Descrizione evento", la parola "concerto".

https://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/419Yi6C_pFKkQg7-51kHTUOqTCw=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/sfera05ss.jpg
Scheda artista Tour&Concerti
Testi
BLUES
Scopri qui tutti i vinili!