Il gestore non paga l'affitto, rischia di chiudere il CBGB di New York

Gli affitti sempre più cari della Big Apple strangolano i locali storici del rock newyorkese. Prima è toccato al Bottom Line, storico club del Greenwich Village costretto a chiudere i battenti per l’impossibilità di pagare il canone mensile alla New York University proprietaria dei muri. E ora anche il CBGB, tempio del punk rock e dell’underground cittadino dai tempi di Patti Smith, Television, Ramones, Blondie e Talking Heads, rischia di fare la stessa fine, e per motivi analoghi. La disputa tra il gestore del locale, Hilly Kristal, e il proprietario dell’immobile (il Comitato dei Residenti del Bowery, ente non profit che gestisce un ricovero per senzatetto al piano superiore) risale al 2001, quando quest’ultimo presentò un conto di 300 mila dollari di affitti mai pagati. Gran parte di quel debito sarebbe stato ripianato, ma ora sulla testa di Kristal e del CBGB penzola un altro sospeso da 76 mila dollari. Il Comitato ha accusato Kristal di non aver provveduto ad adeguare le misure di sicurezza del locale e vorrebbe raddoppiare il canone d’affitto anche per sostenere le spese di ammodernamento e ristrutturazione. E poiché il contratto scade il prossimo mese di agosto, ci sono forti possibilità che non venga più rinnovato: anche perché le parti, nel frattempo, sono andate in causa davanti al tribunale.
Hilly Kristal fondò il CBGB (il nome sta per “Country, Bluegrass and Blues”) nel 1973 utilizzando quello che prima era un luogo di ritrovo degli Hell’s Angels locali. Tra gli artisti che hanno mosso i primi passi nell’angusto locale newyorkese figurano anche i Pearl Jam.

Dall'archivio di Rockol - Artisti che odiano i loro successi: 11 casi da manuale
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.