NEWS   |   Metal / 09/12/2018

Ma perché Dimebag Darrell è sepolto con la chitarra di Eddie Van Halen?

Ma perché Dimebag Darrell è sepolto con la chitarra di Eddie Van Halen?

L’8 dicembre 2004 a Columbus (Ohio), mentre si esibiva con i Damageplan, moriva sul palco, freddato da cinque colpi di arma da fuoco alla testa esplosi da una persona tra il pubblico del concerto, all’età di 38 anni il chitarrista Dimebag Darrell.

L’ultima parola che Dimebag disse prima di morire al fratello, il batterista Vinnie Paul, fu: “Van Halen”. Vinnie Paul spiegò poi che era una parola in codice che usavano tra loro:

"L'ultima cosa che conta davvero per me è l'ultima cosa che ci siamo detti prima di salire sul palco. Ci stavamo scaldando a lato del palco come facevamo sempre ed eravamo molto eccitati... La nostra parola in codice per far passare tutto e pensare solo a divertirci era 'Van Halen’! E queste sono le ultime parole che ci siamo mai detti. Io dissi, 'Van Halen', lui disse 'Van Halen', ci siamo dati un cinque e siamo saliti sul palco ... e un minuto e mezzo dopo non lo avrei più rivisto."

Dimebag era un grande fan di Eddie Van Halen ed ebbe la possibilità di conoscerlo solo poco prima di essere ucciso. Così ricorda l’incontro la fidanzata di Dimebag Rita Haney:

“Avevamo appena visto i Van Halen a Midland, in Texas, poche settimane prima, e fu la prima volta che Dime venne da me con Eddie. Uscirono prima e dopo lo spettacolo. Dime suonò con Eddie al soundcheck. Era come un bambino in un negozio di dolci".

Di quella serata raccontò Vinnie Paul:

"Eddie mandò una limousine a prenderci. Siamo andati là, lui ci portò sul palco e siamo usciti al soundcheck. Lo spettacolo fu fantastico. E non lo dimenticherò mai. Salimmo sull'aereo e, quando stavamo tornando a Dallas, mio ​​fratello mi guardò e disse: ‘Sai una cosa? Se questo aereo dovesse cadere in questo momento, io starei bene. Finalmente ho incontrato il tizio che mi ha fatto desiderare di suonare la chitarra’. E’ stato davvero speciale.”

Nei giorni successivi alla sua morte, Rita Haney parlò con Vinnie Paul riguardo quale chitarra dovesse essere seppellita con Dime nella bara dei Kiss, come da sua richiesta, donata da Gene Simmons e Paul Stanley. In quel momento chiamò Van Halen.

"Dime era pronto a dargli un assegno di 30.000 dollari (la notte che si incontrarono) per una delle sue chitarre a strisce. Ma Eddie gli rispose che ne avrebbe fatta una speciale per lui. Così gli chiesi se avesse una chitarra per Darrell. Lui disse: ‘Una rossa, bianca e nera?’ E io risposi: ‘No, Darrell diceva sempre che la gialla e nera era la tua chitarra più forte.’”

Il giorno del funerale, il 14 dicembre, Eddie Van Halen arrivò con uno strumento, non uno nuovo, era l'originale che compare sul retro della copertina di “Van Halen II”, del 1979. E disse alla Haney:

"Un originale dovrebbe avere un originale."

Ma non riuscì a vedere il corpo di Dime, disse: "Non posso entrare lì... Lo voglio ricordare come era la sera che l'ho incontrato." Così la Haney gli consegnò il regalo e disse al suo amore perduto: "La vedi, amore? Non è una replica, è quella!".

Alla cerimonia, Van Halen disse davanti agli amici, alla famiglia e ai fan di Dimebag:

"Sono qui per la stessa ragione di tutti voi: restituire un po’ di amore ... Questo ragazzo era pieno di vita. Ha vissuto e respirato rock 'n' roll." 

https://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/MIi2Ah9Jm-IwlET_CuGUWKRw_jo=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/017bccdbe386e1f433ead542ff0bcb5e.jpg
Scheda artista Tour&Concerti
Testi