NEWS   |   Gossip / 01/12/2018

Cleveland, una stazione radio bandisce il classico natalizio ‘Baby, It’s Cold Outside’ in nome del #MeToo

Cleveland, una stazione radio bandisce il classico natalizio ‘Baby, It’s Cold Outside’ in nome del #MeToo

La decisione non è venuta direttamente dalla stazione radiofonica con base a Cleveland, Ohio, WDOK Christmas 102.1, bensì da un ascoltatore, che avrebbe richiesto all’emittente statunitense di eliminare dalla sua playlist il celebre brano, scritto da Frank Loesser nel 1944, “Baby, It’s Cold Outside”, ampiamente riproposto in ogni dove nel periodo natalizio per i suoi riferimenti alla stagione più fredda dell’anno. “È una scelta dei nostri ascoltatori”, ha motivato Desiray di WDOK, spiegando come – riporta Fox – dopo la segnalazione dell’ascoltatore l’emittente avrebbe proposto un sondaggio sul suo sito web a proposito del brano e la maggioranza dei votanti avrebbe deciso di non trasmetterlo. 

La stessa persona ha raccontato a Fox che la richiesta di mettere da parte il classico natalizio sarebbe legata al movimento di matrice femminista #MeToo, nato dopo lo scandalo legato alla figura del magnate hollywoodiano Hervey Weinstein lo scorso anno: “La gente potrebbe dire ‘ne abbiamo abbastanza del #MeToo’, ma se davvero metti da parte questo e ascolti il testo, non è qualcosa che vorrei per mia figlia il trovarsi in quella situazione”. Concludendo: “Il brano può essere attraente, ma cerchiamo forse di non promuovere quel tipo di idea”. Il pezzo, che è stato riproposto nel corso degli anni nelle versioni di innumerevoli artisti, include strofe quali “Non posso restare” (voce femminile): “Ma tesoro fuori fa freddo” (voce maschile). Ma anche: “Dimmi cosa c’è nel drink” (voce femminile): “La risposta è no” (voce maschile).

Ecco, se vi interessasse riascoltarla, una delle versioni più note di “Baby, It’s Cold Outside”, interpretata da Ella Fitzgerald e Louis Jordan: