NEWS   |   Metal / 28/11/2018

Joe Elliott (Def Leppard): ‘Due band hanno in mano il futuro del rock. Ecco chi sono’

Joe Elliott (Def Leppard): ‘Due band hanno in mano il futuro del rock. Ecco chi sono’

Quando si parla di futuro del rock in molti alzano le mani. Non il frontman dei britannici Def Leppard, che ha le idee molto chiare e due nomi stampati nella mente. In un’intervista di Loudwire, interrogando Joe Elliott a proposito del possibile ingresso della band nella Hall of Fame – i Def Leppard sono tra gli artisti più votati dal pubblico per la tranche del prossimo anno – il magazine ne ha approfittato per fare al cantante anche qualche altra domanda. Tra cui una, la fatidica “ci sono alcune band nelle quali intravedi il futuro del rock?”. La risposta di Elliot non ha tentennamenti: “Ce ne sono solo due che ho in mente al momento perché sono molto impegnato a fare le mie cose. Le uniche band dalle quali sono ossessionato al momento sono i Greta Van Fleet e gli Struts. Sì, c’è un furioso dibattito sui Greta Van Fleet e andrà avanti per anni”, dice il musicista a proposito del discusso quartetto del Michigan. E conclude: “I Greta Van Fleet stanno solo facendo la musica che i Led Zeppelin non faranno mai più”.

Quanto agli Struts, già elogiati dal frontman dei Foo Fighters Dave Grohl, ecco le parole di Elliott:

Sono come un misto tra Freddie Mercury e gli Slade. È potente. Hai un frontman che è così sopra le righe, è un piacere ascoltarlo perché è un grande frontman ed è quello che ci si aspetta che sia. Mette se stesso su un piedistallo. Ti butterà giù e ti tirerà su. Ha le palle – penso che sia una superstar. Lo è davvero.

Prosegue poi il rocker di Sheffield:

L'enorme differenza tra me che, come un adolescente, ascolto un gruppo come gli Struts e forse un adolescente che li ascolta è che ho la bellezza di sapere che non ci sarà un album ogni anno. Ci sono voluti cinque anni perché il loro primo album avesse un seguito. Le persone si attaccano a quel primo album molto di più perché non c'è nient'altro a cui aggrapparsi. Quando mi sono imbattuto in David Bowie, potevo tornare indietro e trovare altri quattro album. 

Gli hard rockers britannici faranno tappa in Italia la prossima estate con un concerto, insieme agli Whitesnake, il 19 giugno al Forum di Assago, nella periferia milanese. Elliott e compagni sono discograficamente fermi al 2015, quando hanno dato alle stampe l’album “Def Leppard”. Sono attese per la fine del mese le due raccolte “The Story So Far: The Best of Def Leppard” e “Hysteria: The Singles”.

 

 

Scheda artista Tour&Concerti
Testi