NEWS   |   Pop/Rock / 28/11/2018

Kurt Cobain esprime la sua opinione sul rap in una intervista del 1991 - ASCOLTA

Kurt Cobain esprime la sua opinione sul rap in una intervista del 1991 - ASCOLTA

E’ ricomparsa dalle nebbie del tempo una intervista radio fatta a Kurt Cobain ed è stata pubblicata sul Bandcamp della band canadese dei Dead City Beat. Venne registrata a Toronto il 20 settembre 1991 dove i Nirvana si trovavano in tournée. L’intervista venne fatta da Roberto LoRusso, il leader di Dead City Beat, che all'epoca aveva 21 anni.

Nell'intervista, tra le altre cose, viene chiesto a Cobain di spiegare perché odia le interviste:

"Mi annoio a rispondere sempre alle stesse domande. È comprensibile. Mi rendo anche conto che la maggior parte degli intervistatori deve semplicemente porre le domande standard perché non abbiamo molta storia alle nostre spalle. Quindi le persone si basano per le loro interviste su quello."

Il frontman dei Nirvana poi si dice infastidito dalla gente che insiste sulla loro decisione di passare da un'etichetta indipendente a una major. Cobain contesta anche la cifra del loro contratto da ‘tre quarti di un milione’ di dollari e spiega che hanno avuto solo 175.000 dollari, la maggior parte dei quali sono andati ad altre persone e spiega che è anche stato sfrattato dal suo appartamento e al momento non aveva un posto dove vivere.

Ha risposto anche a una domanda su una sua precedente dichiarazione in cui affermava che i bianchi non dovevano fare rap perché "l'uomo bianco ha derubato l'uomo nero già abbastanza". Ha spiegato allora Cobain:

"Sono un fan della musica rap, ma la maggior parte di essa è così misogina che non riesco ad averci a che fare. Non sono davvero un grande fan. La rispetto e la amo perché è una delle uniche nuove forme originali di musica. Ma l'uomo bianco che fa rap è come guardare un uomo bianco ballare. Non possiamo ballare, non possiamo fare rap."

ASCOLTA QUI L’INTERVISTA

Scheda artista Tour&Concerti
Testi