NEWS   |   Italia / 21/11/2018

Jovanotti, guarda il video di ‘Chiaro di luna’ ambientato in Eritrea

Jovanotti, guarda il video di ‘Chiaro di luna’ ambientato in Eritrea

Come promesso, il cantautore romano ha condiviso il videoclip dell’ultimo singolo estratto dal suo “Oh, vita!”, “Chiaro di luna”. La realizzazione della clip, girata in Eritrea, nella capitale Asmara, è stata affidata da Jovanotti agli YouNuts, che già avevano fatto squadra con l’artista per il video di “Sabato”. Così Jovanotti motiva la scelta di dare una veste visiva al brano nel paese africano:

Sapevo poco dell’Eritrea, avevo solo sentito o letto qualche racconto dell’Africa orientale dei tempi che fu colonia. Le notizie riportano che moltissimi dei ragazzi che arrivano in Italia attraverso il mediterraneo sono eritrei e da tanto volevo andarci; per me è solo viaggiando fuori dai circuiti del turismo che si può conoscere qualcosa per davvero di un luogo. Lo avevo già programmato, in solitaria zaino e via. Poi ho sentito che quello era il posto giusto per questa canzone e non c’era nessuna alternativa che mi convinceva allo stesso modo.

Per poi aggiungere:

Volevo raccontare l’Africa senza stereotipi su quel continente, perchè non esiste luogo al mondo più complesso e più legato al nostro destino, e gli stereotipi e le generalizzazioni fanno sempre solo male. I ragazzi non scappano se trovano opportunità e maggiori spazi di lavoro, sono orgogliosi di starci o di tornarci. Proprio come Yonas, un giovane eritreo esperto di video che ci ha fatto il backstage e che ha deciso di recente di tornare dall'Italia ad Asmara con sua moglie e sua figlia.

A proposito, invece, della canzone, Lorenzo spiega:

È uno dei brani a cui tengo di più. Quando l’abbiamo ascoltata con Rubin ci siamo subito resi conto che si trattava della melodia più importante del disco e forse per questo abbiamo scelto di realizzarla ottenendo il massimo dell’emozione, riducendo al minimo essenziale l’arrangiamento.

Proprio in Eritrea il nonno di Jovanotti aveva fatto il camionista moltissimi anni prima, quando il paese del Corno d'Africa era colonia italiana. L’artista lo ricorda così:

È un assurdo stranissimo bellissimo posto che da noi è come un “rimosso collettivo”, ma mi ha toccato il cuore. Come fece con mio nonno che si chiamava come me, in un altro tempo, con altri desideri in un mondo così diverso ma dal futuro altrettanto imprevedibile.

Ecco, infine, il video di “Chiaro di luna”. Buona visione!

Scheda artista Tour&Concerti
Testi