Massimo Zamboni (CCCP, CSI): è uscito ‘Sonata a Kreuzberg’, dal 20 novembre anche in streaming

Massimo Zamboni (CCCP, CSI): è uscito ‘Sonata a Kreuzberg’, dal 20 novembre anche in streaming

Il già chitarrista dei CCCP e CSI ha dato alle stampe oggi, 16 novembre, il suo nuovo disco “Sonata a Kreuzberg”, che sulle piattaforme di streaming sarà disponibile con qualche giorno di ritardo, a partire dal prossimo 20 novembre. L’album, che è anche la colonna sonora dello spettacolo teatrale “Nessuna voce dentro – Berlino millenovecentottantuno”, tratto dal romanzo eponimo del 2017, è stato realizzato insieme ad Angela Baraldi, alla voce, e a Cristiano Roversi, al pianoforte e alle ritmiche, ed è una rielaborazione di grandi brani usciti negli anni intorno al 1981, quando Massimo Zamboni trascorse l’estate a Berlino. A pezzi quali, tra gli altri, "Bette Davis Eyes" di Kim Carnes, "Berlin" di Lou Reed, "Afraid" di Nico e "Alabama Song" di Bertolt Brecht e Kurt Weill si aggiungono anche quattro inediti, due firmati da Zamboni (“Ein dunkel Herr” e “La città imperiale”) e due da Roversi ("Unterwegs" e "Superfly"). Zamboni presenta il disco come la sua "guida sonora alla citta delle macerie". E spiega:

Così infine gli anni e i chilometri ci hanno portato a questo album che celebra il quartiere occidentale di Kreuzberg, luogo glorioso di residenza di migliaia di Hausbesetzer, gli occupanti di case che in quegli anni di Muro hanno dato un volto umano alla città. A lei, e a loro, va questa nostra Sonata.

Così, invece, Massimo Zamboni racconta la copertina di “Sonata a Kreuzberg”:

Non faccio mai fotografie. Ma mi trovo a Berlino, è il 1981, sto passando davanti al Muro nella zona dove tra vent'anni sorgerà l'inutile Sony Center di Potsdamer Platz e che per ora non è altro che un'area di macerie e sterpaglie dove viene ospitato il più grande mercato second hand di Berlino ovest, il Tempodrom, luogo di residenza fine settimanale per turchi, punk e sfaccendati di varie nature. E, a lato di questa folla – il vero Zoo di Berlino – passeggia un elefante in carne e ossa, lavoratore stagionale presso il locale circo equestre. Non faccio mai fotografie, ma questa la devo fare. Che poi l'elefante per contagio prenda la tinta tipica delle Trabant, il rosa confetto delle macchinette dell'est, è un attimo. Se osservo quella foto ora - compiuto il percorso CCCP e CSI, affermato il percorso singolare, sempre in buona compagnia - noto un paio di dettagli inosservati in precedenza: la Torre della Televisione di Berlino est sullo sfondo, e una scritta che definisce il Muro "grosstes Kunstwerk". Il più grande capolavoro.

https://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/-wcTwtx3cg99hjRwr7S5f0UDmto=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/cover-sak-2.jpg

L’ultimo capitolo discografico di Zamboni, “Un’infinita compressione precede lo scoppio” - sempre con la cantante e attrice Angela Baraldi, già al lavoro con il musicista per “Solo una terapia: dai CCCP all’Estinzione” - risale al 2013.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.