Secondary ticketing, il pm di Milano chiede condanne e multe per cinque imputati nel processo sul bagarinaggio online

Secondary ticketing, il pm di Milano chiede condanne e multe per cinque imputati nel processo sul bagarinaggio online

Il pm di Milano Adriano Scudieri ha proposto al giudice dell'udienza preliminare del foro meneghino Maria Vicidomini le pene per gli imputati che hanno scelto il rito abbreviato nel processo per secondary ticketing avviato nel 2017 in seguito allo scoop delle Iene sui legami commerciali illeciti tra società di live promoting e operatori di rivendita secondaria di biglietti: come riferisce l'agenzia ANSA, al netto dello sconto di un terzo per via del rito il pm Scudieri ha chiesto al gup Vicidomini 1 anno e 4 mesi di reclusione e 600 euro di multa per Roberto De Luca e Antonella Lodi di Live Nation Italia e Live Nation 2, e di 1 anno e 400 euro di multa per Corrado Rizzotto, oggi a capo di Indipendente Concerti ma all'epoca dei fatti alla guida di Vivo Concerti.

    Il pm di Milano Adriano Scudieri ha proposto al giudice dell'udienza preliminare del foro meneghino Maria Vicidomini le pene per gli imputati che hanno scelto il rito abbreviato nel processo per secondary ticketing avviato nel 2017 in seguito allo scoop delle Iene sui legami commerciali illeciti tra società di live promoting e operatori di rivendita secondaria di biglietti: come riferisce l'agenzia ANSA, al netto dello sconto di un terzo per via del rito il pm Scudieri ha chiesto al gup Vicidomini 1 anno e 4 mesi di reclusione e 600 euro di multa per Roberto De Luca e Antonella Lodi di Live Nation Italia e Live Nation 2, e di 1 anno e 400 euro di multa per Corrado Rizzotto, oggi a capo di Indipendente Concerti ma all'epoca dei fatti alla guida di Vivo Concerti.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.