NEWS   |   Italia / 10/11/2018

Cranio Randagio, tre indagati per la morte: le accuse della procura

Cranio Randagio, tre indagati per la morte: le accuse della procura

Si continua a parlare di Cranio Randagio: solo qualche giorno fa riferivamo della pubblicazione postuma di "Come il re leone", EP di Vittorio Bos Andrei, somparso a solo 22 anni il 12 novembre del 2016, dopo aver partecipato ad una festa con amici, ed essere stato trovato morto la mattina successiva.

Il Corriere della Sera riporta che la Procura di Roma ha terminato l’inchiesta nei confronti dei tre indagati per il fatto.  Francesco Manente, 26 anni, sarebbe stato il presunto fornitore delle sostanze che hanno ucciso Cranio Randagio. Manente è accusato di spaccio nonché di "morte come conseguenza di altro delitto".  Pierfrancesco Bonolis e Jaime Garcia De Vincentiis sono accusati di favoreggiamento: il primo ospitò la festa e insieme all'amico scoprì il corpo esamine. I due chiamarono i soccorsi, ma secondo la procura coprirono lo spacciatore, nonché altri ignoti.

Cranio Randagio faceva il rapper e nel 2015 aveva partecipato anche ad X Factor, nella squadra di Mika, incidendo l'EP  "Love&Feelings" e collaborando con Davide Shorty e Squarta.

 

Scheda artista Tour&Concerti
Testi