Carlo Verdone racconta la sua passione per i dischi nel documentario "Vinilici"

Carlo Verdone racconta la sua passione per i dischi nel documentario "Vinilici"

Si intitola “Vinilici. Perché il vinile ama la musica” il documentario di Fulvio Iannucci dedicato al ritorno del vinile, con il racconto di esperienze di artisti ed esperti del settore.
Il film vede infatti la partecipazione di Renzo Arbore, Claudio Coccoluto, Elio e le Storie Tese, Renato Marengo, Mogol, Giulio Cesare Ricci, Red Ronnie, Gianni Sibilla, Claudio Trotta, Lino Vairetti, Bruno Venturini, Carlo Verdone ed altri ancora. Il racconto del film parte da Napoli e dalla la Phonotype Record, fondata agli inizi del ‘900, tra le prime case discografiche al mondo ad avere un autonomo stabilimento per la fabbricazione di dischi. Le musiche del film sono di Bruno Bavota, Blindur, Tony Esposito, Valerio Jovine, Ciccio Merolla, Osanna, Lino Pariota, Dario Piana & Daniele Baldelli, Lino Vairetti, Virus Etno-Funk e Rino Zurzolo, 

Ecco un estratto in anteprima in cui Carlo Verdone racconta la sua passione per i dischi

Il film è stato sostenuto con un'operazione di crowdfunding, nasce da un’idea di Nicola Iuppariello, è stato scritto con Vincenzo Russo e prodotto da Iuppiter.eu con la partecipazione di Hilux Vinyl e Carot One Audio Revolution e con la coproduzione di Luigia Merenda, Antonio de Spirito, Alessandro Cereda, Vincenzo Russo, Lino Santoro.

Il film verrà proiettato al cinema a partire dal 20 novembre: le prime date previste sono a Milano al Cinema Beltrade (28 novembre), a Roma al Farnese (20 novembre), a Napoli al Modernissimo (23 novembre).

Questo il trailer

Caricamento video in corso Link

 

 

 

Dall'archivio di Rockol - Quando la rockstar mostra il medio
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.