Parla la mamma del ragazzo che ispirò "Jeremy" dei Pearl Jam - VIDEO

Parla la mamma del ragazzo che ispirò "Jeremy" dei Pearl Jam - VIDEO

Per la prima volta dalla morte del figlio Jeremy, nel 1991, Wanda Crane parla della sua morte (qui il video). Il ragazzo è conosciuto dal pubblico del rock per essere il tragico protagonista di una delle canzoni più famose dei Pearl Jam, “Jeremy”. Il brano è incluso nel primo album della band statunitense “Ten”, pubblicato nel 1991.

La canzone venne scritta dal frontman della band di Seattle, Eddie Vedder, che lesse la storia su un giornale che spiegava come Jeremy Crane Delle, quasi sedicenne, si fosse suicidato a colpi d'arma da fuoco davanti alla sua classe d'inglese a Richardson, in Texas.

La madre di Jeremy ha detto del figlio e della sua morte. “Il giorno in cui è morto non ha definito la sua vita. Era un figlio, un fratello, un nipote, un cugino, era un amico, aveva talento". E continua parlando del talento che possedeva per la pittura: “Vinse il primo premio alla Texas State Fair, prima che avesse 12 anni.”

Wanda Crane era al lavoro quando ebbe la brutta notizia. Colpita dalla sua morte, non si fermò a riflettere sui compagni di classe che lo assistettero. Dopo tutti questi anni, quando sente parlare di sparatorie a scuola, pensa alle famiglie e a come lo studente verrà ritratto, dice: "Penso a quello che si dirà e a quello che si penserà dello studente. Voglio abbracciare le madri e le sorelle e dire loro che un giorno andrà meglio."

La ex compagna di classe di Jeremy, Brittany King, che era in quella classe d'inglese, ha parlato della canzone: "Ero arrabbiata con loro per aver scritto quella canzone. Pensavo:" Non sapete nulla. Non eravate lì. Quella storia non è esatta.'"

In una intervista, settimane dopo l’uscita di “Ten”, Vedder disse di aver preso in considerazione l'approfondimento della trama, ma che alla fine scelse di allontanarsi: "Quello era un articolo di giornale e poi, quando sono andato a scriverne, ho pensato di prendere effettivamente in considerazione quanto era stato scritto sulla persona reale, ma poi ho pensato che sarebbe stata una intrusione".

Caricamento video in corso Link
Dall'archivio di Rockol - La storia dei Pearl Jam: quella cassetta da San Diego
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.