Il Carroponte di Sesto San Giovanni cambia gestione (con polemiche politiche)

Il Carroponte di Sesto San Giovanni cambia gestione (con polemiche politiche)

II comune di Sesto San Giovani ha affidato l’area del Carroponte al promoter Hub Music Factory.
Secondo quanto riporta l’edizione milanese del Corriere, la ex area operaia della Breda  non sarà più gestita da Arci Milano, che negli ultimi 9 anni aveva organizzato il festival Carroponte, dove si sono esibiti importanti nomi nazionali (Francesco De Gregori, Elio e le Storie Tese, Caparezza, Lo Stato Sociale) e internazionali (Glen Hansard, Alice in Chains, Calexico) e diventato uno degli appuntamenti più rilevanti dell’estate musicale milanese.

Secondo quanto riportato sempre dal Corriere, la base d’asta per l’affitto e la gestione del comune - guidato da una giunta di centro destra - è stata di 70.000 euro; l’area è stata affidata alla fine per 165.000 euro.
Il comune aveva escluso l’Arci dalla gara per un contenzioso riguardante utenze non pagate. Polemica la reazione dell’Arci: Matteo Malaspina, presidente provinciale dell’Arci ha dichiarato al Corriere: 

La somma offerta sembra un azzardo. Prendiamo atto della decisione della giunta di bandire la gara e di prestare più attenzione all’offerta economica piuttosto che alla proposta culturale. Speriamo ce la facciano, perché la paura è che si perda una location che ormai è riconosciuta anche a livello internazionale. Sarebbe uno spreco e un errore imperdonabile

Dall'archivio di Rockol - Francesco De Gregori: 5 pillole di saggezza
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
FRANCESCO DE GREGORI
Scopri qui tutti i vinili!
27 nov
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.