Trent Reznor, la critica allo 'stile Coachella': 'Ormai è solo questione di effetti speciali e playback'

Trent Reznor, la critica allo 'stile Coachella': 'Ormai è solo questione di effetti speciali e playback'

Il leader dei Nine Inch Nails, intervistato da Stereogum, ha espresso un parere molto forte sul format attuale del Coachella, il sontuoso festival che si tiene annualmente nel mese di aprile a Indio, in California, e che negli ultimi tempi è stato assurto da una buona fetta della comunità musicale internazionale a paradigma della rassegna dal vivo imprescindibilmente cool.

"Ho avuto una specie di illuminazione qualche anno fa, quando dal divano del mio soggiorno stavo comodamente guardando una diretta streaming del Coachella, con tutti quei costosi megaschermi che fanno ormai parte integrante del palco del festival", ha spiegato il frontman e compositore: "Oggi ci sono questi musicisti elettronici che arrivano con una chiavetta USB con le loro canzoni, la attaccano a un computer, e non devono fare altro che schiacciare il tasto play per far partire musica e video. E ti capita di vedere dieci gruppi o cantanti di fila i cui set sono solo stronzate, video e playback. Credo che tutto ciò rappresenti la morte di questo paradigma".

"Entri alla Sahara Tent del Coachella e sei circondato da video giganti, laser ed effetti speciali, che comunque non possono competere con quello che la gente vedeva vent'anni fa", ha proseguito Reznor: "[Se devi suonare] suona e basta, no? Non dico di uscire solo con una chitarra acustica, ma i Cure e i Jesus and Mary Chain negli anni Ottanta come produzione non avevano altro se non una macchina del fumo, e comunque facevano paura. E io, questo, dal mio divano non l'ho visto".

"Io ho visto un sacco di produzioni sofisticate e video costosi. Liberarci di tutta questa merda e tornare all'essenziale ci permette di fare ciò che vogliamo. E questo ci porta alla risposta alla domanda [dell'intervistatore, ndr]: la maggior parte delle cose che suoniamo [coi Nine Inch Nails] è in qualche modo ancora rimasta rilevante, o per certi versi è ritenuta ancora buona per essere eseguita. Ci sono delle canzoni che non suoniamo più dal vivo perché non le sento più autentiche, così come ci sono altre canzoni, nella scaletta di questo tour, alle quali non sono particolarmente affezionato, ma eseguiamo comunque perché dal vivo non le abbiamo mai suonate. So che sarà eccitante per i nostri super-fan, che sembrano vivere per questo genere di cose".

Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.