Musica e streaming: chiude dopo soli due mesi la piattaforma 'etica' Humbolt

Musica e streaming: chiude dopo soli due mesi la piattaforma 'etica' Humbolt

Con il motto "Shop Local, Listen Global" ("Compra locale, ascolta globale") Humbolt si era presentata ai mercati, lo scorso mese di agosto, come alternativa "etica" ai big dello streaming musicale: pagando un abbonamento mensile pari a 2,99 dollari al mese gli utenti iscritti al servizio avevano accesso a un catalogo fornito da una ventina di etichette e una buona schiera di artisti indipendenti che avevano aderito all'iniziativa. Assunto base di Humbolt era, oltre all'accessibilità al pubblico, l'equa retribuzione dei fornitori di contenuti, ai quali venivano accordate percentuali sensibilmente maggiori a quelle applicate dalla concorrenza mainstream.

Il tentativo, sicuramente nobile, non è però andato a buon fine: con una mail indirizzata ai propri abbonati diramata ieri, mercoledì 24 ottobre, Humbolt ha annunciato la chiusura della propria piattaforma. "Stiamo iniziando il processo di scioglimento della società", si legge nella nota: "Sfortunatamente, la consulenza di un 'addetto ai lavori' si è rivelata disastrosa per le nostre finanze, e per questa ragione non potremmo più essere operativi negli Stati Uniti. E come sapete gli USA sono il primo mercato mondiale per il consumo di musica in streaming. Detto ciò, anche non avere nel nostro la disponibilità dei cataloghi di Merlin, Secretly Distribution, Beggars e Redeye Worldwide ha rappresentato per noi un grande difficoltà".

Music Biz Cafe, parla Stefano Lionetti (TicketOne)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.