NEWS   |   Pop/Rock / 17/10/2018

Roger Glover (Deep Purple): "Voglio scrivere una autobiografia, devo solo ricordarmi cosa ho fatto negli anni settanta"

Roger Glover (Deep Purple): "Voglio scrivere una autobiografia, devo solo ricordarmi cosa ho fatto negli anni settanta"

Il 72enne bassista dei Deep Purple Roger Glover è impegnato nel "The Long Goodbye" tour della band inglese, iniziato nel maggio 2017.

Ne ha parlato in una intervista a Music Radar:

"I Deep Purple sono stati una presenza così importante nelle nostre vite per 50 anni che nessuno di noi vuole che finisca, ma il fatto è che prima o poi ci dovremo fermare. Mi piacerebbe andare avanti e fare un altro album. Emozionalmente, non siamo pronti a smettere, quindi potremmo andare avanti per altri quattro o cinque anni."

Alla domanda se avesse qualche piano per la sua vita dopo i Deep Purple, Glover ha risposto:

"Beh, so che rimarrò nella musica, come autore e come produttore. Ad essere onesti, temo la vita senza i Deep Purple. Questa è stata la mia vita lavorativa, non ho mai avuto un lavoro. Non abbiamo un momento per fermarci. Non so quanto tempo avrò dopo la band, ma continuerò ad essere creativo."

Roger ha poi continuato parlando del progetto di pubblicare la sua autobiografia:

“Ci sto lavorando su da circa cinque anni. Non è facile, perché non volevo un ghostwriter, mi piace scrivere bene ed è un piacere scrivere. E’ difficile guardare indietro e descrivere chi fossi anni fa. Guardo i video di me che suono e penso, 'Chi è quella persona?'. Non è possibile catturare ciò che mi passava per la mente in quel momento, perché i ricordi non sono sempre affidabili. Ho trovato dei diari degli anni sessanta e ho tenuto un diario negli ultimi trenta anni. Devo solo capire cosa ho fatto negli anni settanta."

Scheda artista Tour&Concerti
Testi