IMAGinACTION 2018: la conferenza FIMI sul copyright e la tutela dei videoclip

IMAGinACTION 2018: la conferenza FIMI sul copyright e la tutela dei videoclip

L’edizione 2018 di Imaginaction, il Festival dedicato ai videoclip musica in scena a Cesena per tutto il weekend, si apre con la conferenza FIMI che si propone di guardare i video musicali da un punti di vista più industriale. Protagonisti sul palco Isabella Longo di NUOVOIMAIE, Enzo Mazza della FIMI e Sergio Cerrutti di AFI.

Dopo una breve introduzione storica sul diritto d’autore da parte della Longo, a prendere la parola è stato Enzo Mazza che ha sottolineato l’importanza dei video e dello streaming online per tutta l’industria discografica, che sempre più si affida ai cosiddetti “user generated content” per fare scouting e che proprio questa riscoperta della creatività che arriva dal basso ha portato sempre più ragazzi a riscoprire le etichette discografiche, invogliando i giovani a voler lavorare in questo ambiente.

Gli ha fatto eco Sergio Cerrutti che, dopo aver sottolineato di far parte di quella generazione che ha cominciato a fare musica in analogico e si è dovuta adattare al digitale, ha spiegato come ormai i contenuti video e musicali si fondano e si confondano fra loro, portando come esempio Justin Bieber, arrivato al successo mondiale proprio grazie a YouTube. Cerrutti non ha risparmiato una frecciata ad alcuni artisti che, a suo dire, vorrebbero bypassare la figura del discografico autoproducendosi e pubblicando i propri pezzi online su piattaforme come Spotify e YouTube sminuendo così una figura che invece lui difende e considera fondamentale per tutta l’industria creativa.

Ha concluso l’intervento Enzo Mazza che ha sottolineato come siano cambiati gli equilibri anche per quanto riguarda l’export della musica italiana: oltre alla lirica e alle grandi colonne sonore (basti pensare a Nicola Piovani o Ennio Morricone), infatti, sono i DJ a tenere alto il tricolore nel mondo come gli Eiffel 65 con “Blue” che da quasi vent’anni viene suonata in tutti i club del mondo.

Mazza ha inoltre sottolineato l'importanza della petizione promossa dal Festival per allargare il Tax Credit, che ad oggi è “esclusiva” dell’industria cinematografica ed altre arti figurative, anche alla produzione di videoclip musicali.

Music Biz Cafe, parla Paolo Salvaderi (Radio Mediaset)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.