Secondary ticketing: l'Agenzia delle Entrate pensa al 3D Secure per combattere il bagarinaggio online. La perplessità delle associazioni di categoria

Secondary ticketing: l'Agenzia delle Entrate pensa al 3D Secure per combattere il bagarinaggio online. La perplessità delle associazioni di categoria

L'Agenzia delle Entrate, alla quale era stato affidato dal governo Gentiloni il compito di redigere le direttive tecniche in vista dell'attuazione del decreto del Ministero dell'Economia pubblicato in Gazzetta ufficiale il 12 marzo scorso riguardante il secondary ticketing, ha ipotizzato l'adozione della tecnologia 3-D Secure per arginare il fenomeno della speculazione online su biglietti di concerti ed eventi dal vivo: lo riferisce Francesco Prisco per il Sole 24 Ore.

La disposizione con le specifiche tecniche attuative dell'ente, attesa per lo scorso 25 agosto, è stata tuttavia rinviata su richiesta di Assomusica e Netcomm, associazioni di categoria italiane rispettivamente di organizzatori di eventi musicali e società di e-commerce, timorose che i nuovi controlli 3-D Secure vadano a sommarsi a quelli già previsti dalle principali società di rivendita online attive in Italia, causando triangolazioni tecniche problematiche e possibili disagi agli utenti.

3-D Secure è un protocollo originariamente sviluppato dalla Arcot System per rendere ulteriormente sicure le transazioni con carta di credito o bancomat sul Web: oggi il sistema è adottato dai principali gestori di carte di credito come Visa, Mastercard e American Express.

Dall'archivio di Rockol - Artisti che odiano i loro successi: 11 casi da manuale
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.