SoundCloud lancia una nuova formula di monetizzazione diretta per gli artisti: ‘Si tratta di supportare chi crea musica’

SoundCloud lancia una nuova formula di monetizzazione diretta per gli artisti: ‘Si tratta di supportare chi crea musica’

La piattaforma fondata nel 2007 per permettere agli artisti di distribuire la loro musica in streaming ha annunciato alcuni cambiamenti, a qualche settimana di distanza dalla decisione di Spotify di consentire agli artisti indipendenti di caricare in autonomia e gratuitamente la propria musica sulla piattaforma, portando via a SoundCloud ciò che l’aveva per molto tempo resa diversa dai suoi competitors. La risposta della società con quartier generale a Berlino non si è fatta attendere: SoundCloud, ha fatto sapere l’azienda, ha intenzione di espandere il suo programma SoundCloud Premier con una formula di monetizzazione diretta che mira a dare più potere ai musicisti che utilizzano la piattaforma e a rendere più semplice per i fan supportare i loro artisti preferiti.

Dopo un test iniziale con solo pochi artisti, ora il servizio mira a raggiungere una platea molto più ampia. Per accedervi, gli artisti dovranno avere almeno 5.000 ascolti nell'ultimo mese e il programma sarà limitato ai paesi in cui sono disponibili sia la pubblicità che la versione abbonamento di SoundCloud, SoundCloud Pro. L'obiettivo, spiega il CEO Kerry Trainor, è di rendere il servizio Premier disponibile per tutta la comunità musicale del sito, perché gli artisti possano arrivare a possedere i pieni diritti del lavoro che stanno monetizzando, traendo vantaggio dall’enorme base di utenti che la piattaforma ha accumulato a partire dalla sua nascita.

“La diversità di SoundCloud è uno dei grandi punti di forza della piattaforma. Vediamo contenuti di tutti i generi, attraversando ogni genere sessuale, ogni geografia”, ha fatto sapere Trainor. Proseguendo:

Una parte importante della nostra missione è quella di essere il più inclusivi e il più aperti possibile, così anche per SoundCloud Premier.

Per poi aggiungere:

In effetti, riteniamo che una delle cose più entusiasmanti di questa fase di espansione sia l'opportunità di aprire ulteriormente il servizio e consentire agli artisti di scegliere realmente quali strumenti utilizzare.

L’espansione di Premier, fanno sapere i vertici dell’azienda, avverrà allo stesso tempo con un occhio di riguardo per gli emergenti. SoundCloud ha, infatti, in mente di continuare con le playlist “Fresh Pressed” e “First on SoundCloud” e sta lanciando programmi come quello per aiutare gli artisti sulla piattaforma a girare i loro primi video musicali. 

“Per l'ascoltatore è tutto incentrato sulla scoperta dei creatori [della musica], sulla connessione con loro, sulla possibilità di dare loro feedback come like e condivisioni. E anche, da ora in poi, di sostenere il creatore”, ha commentato Trainor.

In questa prima fase Premium sarà esclusivamente per la musica originale, ma il CEO ha fatto sapere che SoundCloud è interessata a valutare anche come incorporare altre forme di contenuti audio, come podcast, remix e djset, nel programma Premier.

Dall'archivio di Rockol - 11 Artisti diventati famosi grazie ai video su Internet
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.