SoundCloud lancia una nuova formula di monetizzazione diretta per gli artisti: ‘Si tratta di supportare chi crea musica’

SoundCloud lancia una nuova formula di monetizzazione diretta per gli artisti: ‘Si tratta di supportare chi crea musica’

La piattaforma fondata nel 2007 per permettere agli artisti di distribuire la loro musica in streaming ha annunciato alcuni cambiamenti, a qualche settimana di distanza dalla decisione di Spotify di consentire agli artisti indipendenti di caricare in autonomia e gratuitamente la propria musica sulla piattaforma, portando via a SoundCloud ciò che l’aveva per molto tempo resa diversa dai suoi competitors. La risposta della società con quartier generale a Berlino non si è fatta attendere: SoundCloud, ha fatto sapere l’azienda, ha intenzione di espandere il suo programma SoundCloud Premier con una formula di monetizzazione diretta che mira a dare più potere ai musicisti che utilizzano la piattaforma e a rendere più semplice per i fan supportare i loro artisti preferiti.

    La piattaforma fondata nel 2007 per permettere agli artisti di distribuire la loro musica in streaming ha annunciato alcuni cambiamenti, a qualche settimana di distanza dalla decisione di Spotify di consentire agli artisti indipendenti di caricare in autonomia e gratuitamente la propria musica sulla piattaforma, portando via a SoundCloud ciò che l’aveva per molto tempo resa diversa dai suoi competitors. La risposta della società con quartier generale a Berlino non si è fatta attendere: SoundCloud, ha fatto sapere l’azienda, ha intenzione di espandere il suo programma SoundCloud Premier con una formula di monetizzazione diretta che mira a dare più potere ai musicisti che utilizzano la piattaforma e a rendere più semplice per i fan supportare i loro artisti preferiti.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.