Shel Shapiro, Maurizio Vandelli e quel primo incontro sul palco a Bellinzona nel '94 (raccontato da chi l'ha reso possibile) - VIDEO

Shel Shapiro, Maurizio Vandelli e quel primo incontro sul palco a Bellinzona nel '94 (raccontato da chi l'ha reso possibile) - VIDEO

Lui giura di non cercare né onori né gloria, né tantomeno polemiche. "Anche perché sia Maurizio che Shel sono cari amici", spiega Giorgio Fieschi, per quarantatré anni giornalista alla RSI, l'ente radiotelevisivo svizzero di lingua italiana, irriducibile appassionato di musica anni Sessanta e artefice, nel 1994, del primo incontro artistico tra i già leader di Rokes ed Equipe 84, tornati alla ribalta in questi giorni con il progetto congiunto "Love and Peace".

"Sono da sempre un grandissimo appassionato di musica, benché - professionalmente - mi occupassi più che altro di cronaca, di politica e di attualità", racconta Fieschi: "A Bellinzona, negli anni Novanta, organizzavo il Feedback Festival, manifestazione dedicata alla musica leggera italiana e agli anni Sessanta. Una delle particolarità del Feedback era avere, accanto a live set standard, anche esibizioni inedite. Per esempio, sul palco del festival si sono esibiti insieme Renzo Arbore e Fausto Leali, Rocky Roberts e Andrea Mingardi, e tanti altri. Così pensai: perché non provarci anche con Maurizio Vandelli e Shel Shapiro?".

"Così io, Maurizio e la giornalista della Stampa Marinella Venegoni [che poi il 31 agosto del '94 scriverà un articolo sulla collaborazione tra i due artisti in terra elvetica, ndr] facemmo visita a Shel nella sua casa di Milano, dove abitava allora", prosegue Fieschi: "Passammo una bellissima serata e riuscimmo a organizzare l'evento".

Caricamento video in corso Link

"La loro fu una performance eccezionale", ricorda Fieschi: "La serata fu ripresa integralmente e trasmessa dalla RSI. Qualcuno, con una telecamera amatoriale, riuscì comunque a riprendere parte del set, che oggi è ancora disponibile su YouTube [si veda frame video sopra, ndr]".

A più di vent'anni dal primo incontro con gli strumenti alla mano Shapiro e Vandelli, oggi, tornano a incrociare le proprie carriere con il progetto "Love and Peace", operazione discografico/concertistica più strutturata e con risvolti organizzativi (e commerciali) di tutt'altra portata: "E gliene rendo pieno merito", assicura Fieschi, "L'idea del disco è stata loro: spero sia bello, lo ascolterò. Ci tenevo solo a precisare che la loro storia insieme come artisti ha avuto inizio altrove, cioè a Bellinzona, nel 1994. E non è capitata per caso, ma è stata un'idea di qualcuno". Nessun rancore, in ogni modo: "Scherzando ho scritto un messaggio a Maurizio chiedendogli di dare a Cesare quel che è di Cesare, e lui mi ha risposto 'Ciao Cesare!'. Shel non mi ha ancora risposto, ma sarà occupato... Sono amici, mi piacerebbe molto riportarli a Bellinzona in concerto: se ci fosse la possibilità, lo farei molto volentieri".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.