Paul McCartney risponde a Quincy Jones che lo aveva definito 'il peggior bassista che abbia mai sentito'

Paul McCartney risponde a Quincy Jones che lo aveva definito 'il peggior bassista che abbia mai sentito'

Nel febbraio di quest’anno il leggendario produttore Quincy Jones parlando con Vulture dichiarò, senza neppure un pelo sulla lingua, che i Beatles erano dei pessimi musicisti. Salvo poi porgere le scuse per quanto improvvidamente detto.

Ora sull’incidente, del tutto composto, ritorna e dice la sua uno dei diretti interessati: Paul McCartney che ha appena pubblicato il suo ultimo album "Egypt Station". Macca, parlando con GQ, dice che Quincy lo chiamò subito dopo quelle dichiarazioni per porgere le sue scuse per averlo definito ‘il peggior bassista che abbia mai ascoltato’.

Racconta l’ex Beatles:

"Mi ha chiamato che ero solo in casa. Avevo finito di lavorare, mi ero bevuto un drink e mi stavo rilassando in casa cucinando. Sto bevendo vino, sono di buon umore e non mi fregava di niente. Quando ricevo una telefonata: ‘E’ il signor McCartney?’ ‘Sì’ ‘Quincy vorrebbe parlare con lei’. Perché lui ha sempre intorno i ragazzi della sicurezza. Gli dico ‘Hey Quince!’ ‘Come stai Paul?’ ‘Sto bene e tu gran figlio di puttana?’. ‘Paul, non ho detto quelle parole, non so cosa sia successo. Non l'ho mai detto. Sai che vi amo!'. E io, ‘Se l'avessi detto, sai cosa ti avrei risposto? Vaffanculo, Quincy Jones!'. Lui allora si mise a ridere e io ripetei, ‘Ti avrei detto, vaffanculo Quincy Jones, fottuto figlio di puttana’. Quindi ci siamo fatti una risata e lui continuava a ripetere cose come, ‘Paul sai che ti amo’, ‘Sì lo so Quince’."

Aggiungendo, giusto per puntualizzare:

“Non penso di essere il peggior bassista che lui abbia mai sentito. O forse non ha mai ascoltato cattivi bassisti."

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
FRANCESCO DE GREGORI
Scopri qui tutti i vinili!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.