NEWS   |   Pop/Rock / 09/10/2018

John Lennon, “Imagine”: come fu registrato, come fu recensito (1 / 5)

John Lennon, “Imagine”: come fu registrato, come fu recensito
In collaborazione con

Definito da John “Come ‘Plastic Ono Band’, ma con della cioccolata sopra”, “Imagine” fu l’album con il quale Lennon sintetizzò al meglio la propria filosofia facendone il suo disco-brand. Si trattava in effetti di un lavoro curato nei particolari, dagli evidenti connotati commerciali, ritenuto spesso il “superamento naturale” di “Plastic Ono Band”.

Il disco, che esce in questi giorni in  una estesa versione "The ultimate collection", in realtà portava i segni di una contraddizione di cui Lennon sarebbe rimasto sempre prigioniero. Infatti, “Imagine” proiettava Lennon in una dimensione onirica, contrapposta al crudo realismo di “John Lennon/Plastic Ono Band”. Più che una nuova realtà che andasse a prendere il posto del sogno beatlesiano, con “Imagine” Lennon proponeva dunque un nuovo sogno, rivelando in questo modo come fosse preda di incoerenze che nemmeno la terapia di Janov gli aveva permesso di risolvere del tutto. Del resto John non finì mai le cure, nonostante l’invito del medico a seguirlo nuovamente a Los Angeles per portare a termine il trattamento.

John Lennon-Imagine The (6 CD)

EUR 67,23
Compra ora su Amazon.it