BMG: il fatturato si attesta a 241 milioni di euro nel primo semestre 2018

BMG: il fatturato si attesta a 241 milioni di euro nel primo semestre 2018

Ostacolato da tassi di cambio sfavorevoli, il fatturato complessivo di BMG, una delle sei divisioni della multinazionale tedesca Bertelsmann, è cresciuto del 3% nel primo semestre del 2018, arrivando a € 241 milioni ($ 292 milioni).

Secondo una nota interna inviata oggi al personale dal CEO di BMG Hartwig Masuch, tale numero è aumentato del 9,2% se vengono rimossi gli effetti valutari, crescita che secondo Masuch è stata "quasi il doppio del tasso di crescita previsto del mercato nel suo complesso".

Un'occhiata ai risultati di Universal Music Group nello stesso periodo è un buon punto di riferimento per contestualizzare queste cifre. UMG (Universal Music Group) di proprietà di Vivendi, ha visto i suoi ricavi diminuire anno su anno nel primo semestre 2018, di € 38 milioni, in calo dell'1,4% a € 2,628 miliardi. A valuta costante, tuttavia, i dati di UMG erano più sani, con un aumento del 6,8%.

BMG ha registrato un EBITDA di 42 milioni di euro (51 milioni di dollari) nel primo semestre di quest'anno, in crescita del 5% rispetto al primo semestre 2017, con un margine del 17,4%.

https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/XrufAar0_dWsfvmKD6YAZ6oOrzk=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/img-1075.jpg
Forse la cifra più impressionante dei risultati H1 2018 di BMG è questa: i ricavi delle registrazioni sono cresciuti del 38% su base omogenea rispetto allo stesso periodo del 2017. Nel suo commento, Masuch ha osservato che le registrazioni rappresentano ormai oltre un terzo delle entrate totali di BMG.

Aggiunge Masuc:

Stiamo diventando più grandi e di maggior successo non acquistando aziende, ma sottoscrivendo e sviluppando artisti e cantautori e assicurando che vengano pagati per la loro musica. Ci siamo posti degli standard elevati. Inevitabilmente non saremo sempre all'altezza di loro. Ma ci proviamo e soprattutto ci riusciamo

Tra i principali successi musicali registrati da BMG prima della fine dell'anno figurano album di Alice In Chains, Lenny Kravitz, The Prodigy, Richard Ashcroft e Avril Lavigne.

 

Dall'archivio di Rockol - 11 Artisti diventati famosi grazie ai video su Internet
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.