Disparità di prezzi, l'Antitrust europeo apre un'indagine sull'iTunes

Disparità di prezzi, l'Antitrust europeo apre un'indagine sull'iTunes
Su istigazione dell’Office of Fair Trading inglese, la Commissione Europea ha deciso di avviare un’istruttoria sulle politiche di prezzo adottate da Apple Computer per i negozi di musica digitale iTunes, e in particolare sulla disparità di trattamento tra cittadini britannici e quelli del resto d’Europa: sulla base dei vigenti listini dell’iTunes, infatti, i primi pagano 79 pence (1 euro e 20) per ogni download contro i 99 centesimi di euro richiesti agli altri consumatori europei; i 99 centesimi di dollaro pagati da un acquirente americano, poi, equivalgono a 51 pence inglesi.
“Il problema”, ha ricordato il deputato laburista Pete Skinner, uno dei promotori dell’inchiesta, “nasce dal fatto che ai cittadini inglesi non è permesso di aprire un conto su iTunes all’estero, e dunque non esiste possibilità di aggirare il regime di prezzi in vigore nel paese”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.