Hendrix, Beatles, Rolling Stones, Morrison e gli altri: le 9 teorie cospirazioniste più famose della storia del rock (che oggi chiameremmo fake news) (2 / 10)

Hendrix, Beatles, Rolling Stones, Morrison e gli altri: le 9 teorie cospirazioniste più famose della storia del rock (che oggi chiameremmo fake news)

La CIA ha ucciso Bob Marley

Il Re del reggae morì nel 1981 a causa delle conseguenze di una lesione non curata procuratasi durante una partita di calcio, che degenerando in un melanoma sfociò in una metastasi che fu fatale al profeta di Kingston. Questo, almeno, è quello che crediamo noi ingenui: secondo la teoria cospirazionista più accreditata, l'allora direttore della CIA William Colby, preoccupato per la crescente influenza di Bob Marley suoi giovani e dal suo messaggio pacifista (ovviamente contrario ai suoi ideali), gli fece consegnare un paio di stivali con all'interno un ago avvelenato, vera causa del principio dell'infezione che lo uccise.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.