NEWS   |   Pop/Rock / 24/07/2018

Il consiglio di Bruce Springsteen agli Arcade Fire: “Assicuratevi di poter sempre suonare in Spagna”

Il consiglio di Bruce Springsteen agli Arcade Fire: “Assicuratevi di poter sempre suonare in Spagna”

Gli Arcade Fire sono una della band indie più importanti degli ultimi anni, ma nessuna carriera da rockstar è priva delle sue imperfezioni.

L'album più recente della band, pubblicato lo scorso anno, “Everything Now”, ha ricevuto più critiche dai fan e dagli addetti ai lavori di tutti i loro dischi passati. Come il leader della band canadese Will Butler ha recentemente raccontato a Kyle Meredith dell'ultimo episodio di Kyle Meredith With ..., gli Arcade Fire hanno affrontato le "critiche più pesanti" con il giusto piede, in parte grazie al consiglio dello stesso Boss, Bruce Springsteen.

All'inizio, Butler ha ammesso che la reazione negativa a “Everything Now” aveva molto a che fare con l'intricata (e spesso fastidiosa) campagna di marketing per l’uscita del disco: "[I critici] si sono avvicinati al disco con più aspettative", ha detto.

Aspettative che noi abbiamo creato, quindi è stata un po' colpa nostra. Tuttavia, ho notato che ogni grande artista a volte incappa in un incidente di percorso, soprattutto durante una lunga carriera. Ed ecco che le parole di saggezza di Springsteen mi sono venute in mente

"Bruce Springsteen in realtà ci ha detto una volta: 'Assicurati solo che tu possa sempre suonare in Spagna','" ha ricordato Butler.

Perché verrà un momento in cui la gente ti odia da un decennio e puoi semplicemente sparire e andare a suonare concerti in Spagna dove la gente ti ama sempre. E in ti potrai godere la Spagna, e potrai mangiare cibo delizioso. E poi 10 anni dopo la gente si renderà conto che sei davvero eccezionale e potrai tornare in America

Meredith e Butler hanno menzionato il modo in cui tutti, da Neil Young e David Bowie, hanno attraversato periodi piatti, ma tutti sono poi tornati più ad un periodo luminoso che mai.

Scheda artista Tour&Concerti
Testi