Apple Music supera Spotify (negli USA)

Apple Music supera Spotify (negli USA)

Lo scrive l’autorevole Digital Music News, e lo riporta Ernesto Assante sulle pagine “Affari e finanza” di “Repubblica”: “Apple Music, il servizio musicale in streaming di Apple ha, negli Usa, raggiunto e superato i rivali di Spotify”, superando di poco i venti milioni di abbonati del servizio digitale svedese.
La crescita di Apple Music sarebbe dovuta principalmente “all'integrazione del servizio con gli smartphone e i tablet prodotti dall'azienda e all'introduzione del nuovo Home Pod che ha funzionalità specifiche per Apple Music”.
Il sintomo più significativo riguarda “Scorpion”, l’album di Drake, che nel primo giorno di uscita ha superato i 170 milioni di stream su Apple Music, ottenendone invece 132 milioni su Spotify.

Music Biz Cafe, parla Enzo Mazza (FIMI)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.