NEWS   |   Recensioni concerti / 15/07/2018

Canzoni per resistere: il report del concerto di Roger Waters al Circo Massimo di Roma - FOTO

Canzoni per resistere: il report del concerto di Roger Waters al Circo Massimo di Roma - FOTO

Rispetto ai concerti di Londra e Lucca degli scorsi giorni cambia poco, pochissimo: lo spettacolo, d'altronde, è quello. E i cambiamenti, anche minimi, sono praticamente impensabili: nei concerti del tour "Us + Them" niente è lasciato al caso, tutto è curato nei minimi dettagli. Più che un concerto, è un mega-musical in cui ogni canzone (accompagnata dal relativo visual) rappresenta una scena che anticipa o segue un'altra scena e ha senso solamente se inserita lì dove Roger Waters ha voluto posizionarla nella scaletta. Il Circo Massimo (con i suoi 45.000 spettatori, dato comunicato dagli organizzatori) fa la sua parte, però: una location suggestiva che amplifica la spettacolarità dello show, trasformandolo in un vero e proprio evento (spin off del Rock in Roma 2018).

https://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/PsES4-Bbo6KRbaUvhnsMTs9X0ik=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/roger-waters2.jpg
A cinque anni di distanza dal suo ultimo passaggio nella Capitale, quello del 2013 allo Stadio Olimpico (con il tour "The Wall live"), l'ex Pink Floyd torna ad esibirsi a Roma. Lo fa con "Us + Them", uno spettacolo che gli stessi seguaci della leggendaria rock band britannica definiscono tra i più significativi della sua carriera. L'idea è quella di far riflettere e smuovere le coscienze attraverso la musica, la sua e quella dei Pink Floyd. Spingere gli spettatori a prendere posizione, insomma, e a recuperare un senso di umanità ("Stay human", "restiamo umani", recitano le scritte sul maiale che volteggia sul Circo Massimo mentre Waters e la sua band suonano "Pigs").

GUARDA LA FOTOGALLERY DEL CONCERTO

Accompagnato dalla sua band (alle chitarre ci sono Dave Kilminster e Jonathan Wilson, alle tastiere Jon Carin, ai cori Jess Wolfe e Holly Laessig delle Lucius), Roger Waters propone sia pezzi tratti dai suoi dischi da solista (come quelli di "Is this the life we really want?", uscito lo scorso anno) sia brani che hanno fatto la storia dei Pink Floyd ("Time", "The great gig in the sky", "Wish you were here", "Another brick in the wall", "Money", solo per citare qualche titolo).

https://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/q89CZ3YGK5MVHwRZYJqz91shtpg=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/roger-waters1.jpg
Lo spettacolo è brutale, distopico ("Help we are trapped in a dystopian nightmare", si legge ad un certo punto sugli schermi), impregnato di politica e di messaggi forti: per quanto ci si possa sforzare di concentrarsi solamente sulla musica, è impossibile ignorarli (le frecciatine lanciate a Trump, quelle riservate ai politici italiani - cose comunque note a chi segue l'attività live di Roger Waters).
Ma in fondo nasconde un potente messaggio di pace e di speranza: "Resist", recita la scritta rossa sullo schermo, alla fine di "Another brick in the wall". 
Quello di Roma è stato l'ottavo concerto di Roger Waters in Italia in meno di 3 mesi: attorno ai 120.000 spettatori hanno visto l'"Us+Them tour". La serata al Circo Massimo è stata la degna conclusione di un giro di concerti trionfale.

SCALETTA
(Speak to Me)/Breathe
One of These Days
Time
Breathe (Reprise)
The Great Gig in the Sky
Welcome to the Machine
Déjà Vu
The Last Refugee
Picture That
Wish You Were Here
The Happiest Days of Our Lives
Another Brick in the Wall Part 2/Part 3
Dogs
Pigs (Three Different Ones)
Money
Us and Them
Smell the Roses
Brain Damage
Eclipse

Bis
Mother
Comfortably Numb

Scheda artista Tour&Concerti
Testi